Un inverno al caldo tra Caraibi ed Emirati

Tante novità: dal fascino di Cuba ai nuovi itinerari nel Golfo Persico. Senza dimenticare il Mediterraneo

Elena Pizzetti

Il binomio è accattivante e lascia già presagire mari soleggiati e spiagge orlate di palme. Si chiama «Fly & Cruise» ed è la formula che consente di fare crociere dall'altra parte del mondo. «Puntiamo tantissimo sul volo più crociera - spiega Leonardo Massa, Country Manager Italia di MSC Crociere - tanto che quest'inverno mettiamo a disposizione oltre 3.000 posti settimanali su voli di linea e charter da Milano e Roma con collegamenti dai principali aeroporti italiani». Un investimento consistente per permettere ai crocieristi di raggiungere agevolmente e nel minor tempo possibile navi in partenza dagli Emirati o dai Caraibi, senza preoccuparsi dei transfer e del trasporto dei bagagli e con ogni assistenza a partire dal check-in.

Sono ben 800 i posti aerei settimanali riservati con Alitalia e Meridiana solo per Cuba che anche quest'inverno si riconferma tra le mete più ambite del Pianeta. «L'anno scorso siamo stati la prima Compagnia a offrire L'Avana come destinazione sottolinea Leonardo Massa e quest'inverno raddoppiamo con due crociere settimanali in partenza ogni martedì e ogni sabato con la possibilità anche dei 14 giorni». A MSC Opera si affianca così MSC Armonia, nave gemella ed entrambe appena sottoposte a un restyling. Un itinerario tocca Montego Bay in Giamaica, Georgetown alle Cayman e Cozumel in Mexico, mentre l'altro Belize City, l'isola di Roatan in Honduras e la Riviera Maya in Messico. Entrambi prevedono la sosta di due notti a L'Avana: «E' l'unico porto, su ben 400 toccati dalle nostre navi, dove sostiamo due notti» fa notare il country manager. Il motivo è presto detto: dormire in porto a L'Avana equivale a essere praticamente a due passi dal centro ed è tanto il fascino esercitato da questa città che poterla godere anche la sera è assolutamente indispensabile per coglierne l'atmosfera. Numerosissime le escursioni che spaziano dai luoghi del rum e dei sigari a quelli di Hemingway, dai tour a bordo di fiammanti auto americane anni '50 alla scoperta dei locali notturni fino al fascino coloniale di Trinidad e alle spiagge di Varadero. E niente paura per chi in inverno preferisce sciare: MSC sarà presente a L'Avana anche durante la prossima estate. Rimanendo in area caraibica riscuote molto successo MSC Divina che salpa ogni sabato da Miami con tappe a St. Maarten, Puerto Rico e Bahamas. A bordo l'esclusivo servizio MSC Yacht Club: un'area super lusso che ricrea l'allure che fu della prima classe, accessi privati a piscina, spa, lounge-bar riservato e maggiordomo 24 ore al giorno. E per chi desidera esplorare le Antille francesi con un itinerario orientale e uno occidentale c'è MSC Poesia che salpa da Fort-de-France in Martinica. Come a Cuba, le crociere proseguono anche la prossima estate. Grandi novità per l'inverno nel Golfo Persico con l'arrivo dell'ammiraglia MSC Fantasia e il suo prestigioso MSC Yacht Club. Due gli itinerari con imbarco alternato ad Abu Dhabi o Dubai: Emirati Arabi Uniti e Oman, e il nuovissimo Emirati Arabi Uniti, Quatar e Bahrain, combinabili anche in uno di 14 giorni. Entrambi fanno scalo sulla spiaggia-oasi di Sir Bani Island: una lingua di terra di 2,4 km su un'isola riserva naturale poco al largo della costa sud-ovest di Abu Dhabi. A disposizione esclusiva: area benessere MSC Aurea, beach volley e tennis, area dedicata alle famiglie, lounge-bar, musica live e uno spazio riservato ai soci Yacht Club. Per raggiungere MSC Fantasia: 1.000 posti in aereo a settimana suddivisi tra Alitalia, Emirates ed Etihad. Anche il Mediterraneo non smette di esercitare il suo personalissimo fascino. Tanto che sono nati nuovi itinerari invernali di 12 giorni/11 notti a bordo di MSC Magnifica (mentre MSC Splendida propone crociere di 7 notti) con partenze da Genova e Civitavecchia verso Malta, Cipro e Grecia. Come le rotte anche le escursioni sono continuamente rinnovate. «Ad esempio abbiamo inserito esperienze in biciletta e naturalistiche» aggiunge Leonardo Massa «C'è chi vive la nave come destinazione e non vorrebbe mai scendere a terra e chi invece la considera un 5 stelle che consente di scoprire nuovi luoghi. L'equilibrio sta nel soddisfare entrambe le richieste». Info: www.msccrociere.it.

Autore

Commenti

Caricamento...