Juve-Samp sfida al vertice: i precedenti sono a senso unico

Soltanto 4 vittorie blucerchiate in casa della Signora, l'ultima delle quali firmata da Diana nel 2005. Ma questa sera i blucerchiati guardano la Juve dall'alto in basso

Giornata infrasettimanale, ma caratterizzata da due sfide incrociate in alta classifica: oggi Juventus-Sampdoria (ovvero la seconda contro la terza) e domani Inter-Palermo (la prima contro la quarta). La sfida dell'Olimpico di Torino, dunque, potrebbe diventare già decisiva per il futuro del campionato, ovvero potrebbe indicare il nome della candidata al ruolo definitivo di anti-nerazzurri.
Riflettori puntati dunque su Juventus-Sampdoria (questa sera, ore 20.45) anche per quanto riguarda le statistiche. I precedenti in campionato tra le due squadre sono 104 con 49 vittorie juventine, 21 doriane e 34 pareggi. A Torino in particolare su 52 partite ci sono stati 31 successi bianconeri, 4 genovesi e 17 pareggi. A questi andrebbero aggiunte le 7 vittorie juventine e quella genovese nei confronti con l'Andrea Doria e gli 8 confronti con la Sampierdarenese (11 successi juventini, 1 pari e una sconfitta).
L'ultimo confronto diretto a Torino risale al 15 febbraio scorso con un pareggio per 1-1, gol di Pazzini (10') e Amauri (62'). La Juve allenata da Ranieri giocava con Buffon, Grygera, Maellberg, Legrottaglie, Molinaro, Camoranesi (Marchionni), Poulsen (Giovinco), Nedved, Del Piero e Amauri. La Samp di Mazzarri rispondeva con Castellazzi, Stankevicius, Gastaldello (Ferri), Raggi (Da Costa), Padalino, Sammarco, Palombo, Franceschini, Pieri, Pazzini, Cassano (Ziegler).
L'ultima vittoria bianconera risale al campionato 2005-06: finì 2-0 con le reti di Trezeguet (41') e Mutu (57'). Juve schierata con Chimenti, Zamrotta, Kovac, Cannavaro, Chiellini, Mutu (Balzaretti), Giannichedda, Emerson, Nedved, Del Piero (Zalayeta), Trezeguet (Camoranesi). Allenatore: Capello. Per la Samp di Novellino erano in campo Antonioli, C,Zenoni (Gasbarroni), Pavan, castellini, M.Pisano, Diana, Volpi, Palombo , Sonetto (Dalla Bona), Borriello (Kutuzov) e Bonazzoli.
Nella stagione precedente, il 2 febbraio 2005, l'ultimo successo blucerchiato firmato da Diana (34'). Bianconeri allenati da Capello e schierati con Buffon, Birindelli (Montero), Thuram, Cannavaro, Zambrotta, Camoranesi, Emerson, Tacchinardi (Ibrahimovic), Kapo (Blasi), Trezeguet, Del Piero. Per la Samp di Novellino c'erano Antonioli, C.Zenoni, Castellini, Falcone, M.Pisano, Diana (Edusei), Volpi, Palombo, Tonetto, Flachi, Rossini (Kutuzov).
La vittoria più eclatante della Juve sulla Sampdoria è dell'11 febbraio 1951 (7-2 con una tripletta di Karl Hansen), ma in assoluto andrebbe considerato il 7-1 sull'Andrea Doria nel primo confronto in assoluto datato 1903. Il successo più rotondo della Samp è invece il 3-0 del 13 aprile 1996 firmato da Chiesa (1'), Balleri (57') e Seedorf (62'). La Juve era allenata da Marcello Lippi e giocava con Peruzzi, Ferrara, Vierchowod, Deschamps, Porrini, Lombardo (Ravanelli), Conte (Di Livio), Paulo Sousa, Jugovic, Vialli e Del Piero. Per la Samp di Eriksson erano in campo Zenga, Balleri, Mihajlovic (Ferri), Mannini, Evani, Seedorf, Franceschetti, Salsano, Invernizzi, Mancini (Maniero), Chiesa (Bertarelli).
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.