Via Lomellina, a 4 anni dall’esplosione gli sfollati rientrano a casa

Via Lomellina, l’inizio di una nuova vita quattro anni dopo quella terribile sera del 18 febbraio del 2006. Dopo il rumore sordo e l’esplosione che aveva sventrato il palazzo e che costò la vita a 4 persone, tra cui Francesco Orlando di solo 7 anni. Ora tutto torna alla quasi normalità, le case tornano finalmente ad esser abitate. Il Comune ha consegnato ieri a 31 delle 34 famiglie le chiavi dei nuovi appartamenti. I residenti del civico 7 sono commossi ed emozionati per le manifestazioni di solidarietà e per l’aiuto concreto che nei momenti peggiori i milanesi sono stati capaci di dare. Ora potranno ricominciare una nuova vita nel loro quartiere. A casa. «Siamo emozionatissimi oggi - dice visibilmente agitata un’inquilina del secondo piano - a fine mese dovremmo rientrare a casa, certo mancano ancora delle rifiniture agli appartamenti, ma ci siamo quasi». Delle 100 persone che il 18 febbraio rimasero senza casa 82 sono state ospitate in alloggi provvisori del Comune, mentre 8 hanno accettato di abitare in residence offerti da Palazzo Marino.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti