Londra, medico musulmano non curava le pazienti senza velo

L'uomo rischia ora di essere radiato. Costringeva le pazienti a coprirsi col velo e ha costretto una donna a tornare a casa con dolori lancinanti perché si era rifiutata di indossarlo

Non solo tribunali illegali che applicano illegalmente la sharia, la legge islamica. La Gran Bretagna multietnica ieri si è trovata di fronte a un altro episodio frutto inquientante: un dentista musulmano si è rifiutato di curare le pazienti islamiche che non portavano il velo. Per questo la giustizia inglese sta correndo ai ripari e lo specialista rischia di essere radiato dall'ordine.
Omer Butt teneva nel suo studio una scatola piena di hijab da prestare alle donne prima di visitarle e ordinava a tutti gli uomini di togliersi i gioielli in oro.
Nonostante fosse stato già ammonito dal General Dental Council (Gdt), l'ordine professionale dei dentisti, Butt, di Prestwich, vicino a Manchester, ha costretto una donna a lasciare lo studio con lancinanti dolori ai denti, perché si era rifiutata di coprirsi. Un'altra donna ha denunciato che durante una visita, sebbene avesse acconsentito a indossare l'hijab, il dentista ha iniziato a chiedere al figlio di lei se pregava e se osservava le norme religiose islamiche.
«Lei si considera prima un musulmano e poi un dentista ed è chiaro che utilizza le sua posizione per influenzare i pazienti su questioni non mediche», ha dichiarato la commissione del Gdt che sta esaminando il caso e che ora deciderà se radiare Butt o semplicemente multarlo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti