Arte

Luce e fotografia scattano un "Elogio dell'equilibrio"

Il tema è "Elogio dell'equilibrio" e l'idea è di rappresentare l'infinita ricerca dinamica di stabilità. Una declinazione, in termini creativi, del ruolo del gestore della rete elettrica nazionale

Luce e fotografia scattano un "Elogio dell'equilibrio"

Il tema è «Elogio dell'equilibrio» e l'idea è di rappresentare l'infinita ricerca dinamica di stabilità. Una declinazione, in termini creativi, del ruolo del gestore della rete elettrica nazionale: infatti è sotto questo segno che Terna lancia la seconda edizione del «Premio Driving Energy 2023 Fotografia Contemporanea», concorso gratuito aperto a tutti i fotografi in Italia, finalizzato alla promozione dello sviluppo culturale del Paese e dei nuovi talenti del settore. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 giugno (informazioni sul sito premiodrivingenergy.terna.it). I lavori finalisti e quelli dei cinque vincitori saranno esposti a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, in una mostra fotografica che sarà aperta gratuitamente al pubblico.

L'invito, per i fotografi, è a interpretare uno dei concetti chiave della nostra cultura in termini di riflessione artistica e creativa. L'equilibrio è anche un asse portante della mission di Terna: 365 giorni l'anno, 24 ore su 24, il gruppo garantisce, attraverso l'attività del dispacciamento, l'equilibrio tra energia prodotta e consumata, permettendo al sistema elettrico il migliore funzionamento per abilitare la transizione energetica e trasmettere tutta l'energia di cui il Paese ha bisogno. Insomma, quello di «equilibrio» è un concetto aperto a molte possibili interpretazioni e, anche, a molte possibili declinazioni nel concreto. Curatore del Premio, anche quest'anno, è Marco Delogu, fotografo noto a livello internazionale e presidente di Azienda Speciale Palaexpo. In giuria si confermano i nomi di Lorenza Bravetta, consulente nel campo della fotografia, in qualità di presidente, e di Massimiliano Paolucci, direttore relazioni esterne, affari istituzionali e sostenibilità di Terna; mentre i nuovi giurati sono quattro: Maria Alicata, docente e curatrice, Diane Dufour, editrice e curatrice, Andrea Purgatori, giornalista e autore televisivo, e Francesco Zanot, curatore, saggista e docente. Il Comitato di Presidenza è composto da Valentina Bosetti e Stefano Donnarumma, rispettivamente Presidente e Amministratore delegato di Terna.

Dopo la grande partecipazione alla prima edizione (oltre 1.300 candidati dai 18 agli 85 anni, provenienti da tutta Italia, fra i quali sono state selezionate le 40 opere finaliste), il concorso presenta delle novità dedicate ai giovani e ai non-professionisti. Fra esse, il Premio Senior, del valore di 15mila euro, aperto ai partecipanti dai 31 anni in su, il Premio Giovani, del valore di 5mila euro, dedicato ai fotografi fino ai 30 anni, e la Menzione per l'Opera più votata da Terna (duemila euro), aperta a tutte le categorie. E poi il Premio Amatori (5mila euro), e la Menzione Accademia (duemila euro), aperta agli studenti iscritti alle realtà di alta formazione nei settori attinenti al Premio.

Commenti