Manovra-bis, Bersani minaccia la fiducia anche alla Camera

Roma. Il governo sta valutando se chiedere la fiducia anche alla Camera sul decreto legge che contiene manovra bis e pacchetto liberalizzazioni. «Valuteremo se chiedere la fiducia», ha detto il ministro per lo Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani (nella foto), interpellato dai giornalisti a Montecitorio. «Non abbiamo deciso nulla ma vedremo sulla base di quello che sarà l’atteggiamento dell’opposizione in aula, se farà ostruzionismo». L’eventuale ricorso alla blindatura del provvedimento, per Bersani, «non potrà venire già all’apertura della seduta», convocata per oggi alle 9,30. Da parte della maggioranza e del governo, ha precisato il ministro, «non ci sono problemi politici sul provvedimento. Ma se mettessimo la fiducia sarebbe solo per motivi tecnici, legati alla prossima pausa estiva». In ogni caso, Bersani ha in qualche modo escluso ulteriori ritocchi al testo visto che «quello che è uscito dal Senato ci soddisfa». Per il prossimo autunno, ha detto Bersani in un’intervista rilasciata al Messaggero, è prevista la riforma degli ordini professionali e quella dell’Antitrust nel settore delle comunicazioni. Il ministero dello Sviluppo Economico sarà impegnato «ad un corposo pacchetto di semplificazioni» insieme ai ministeri degli Affari Regionali e della Funzione Pubblica.

Commenti