Mercato fermo e costi bassi: vantaggi per comprare casa

Nemmeno la crisi finanziaria internazionale ha spento l’amore degli italiani per il mattone: per sette famiglie su dieci, però, acquistare una casa significa accendere un mutuo. E proprio alle domande più frequenti del popolo dei mutui - sia che stiano per aprirlo, sia che ne abbiano già uno in corso e vogliano cercare condizioni migliori - il Giornale risponde, con l’aiuto di Roberto Anedda, vicepresidente di Mutuionline. A cominciare dalla domanda chiave: conviene comprare casa in questo momento? Il primo elemento di cui tenere conto, sia che si intenda acquistare la casa dove vivere sia che si stia pensando a un investimento, è l’attuale situazione di stallo del mercato immobiliare: i prezzi sono fermi ormai da tempo e non si prevedono nuovi crolli, il che dà forza contrattuale al potenziale acquirente, tenendo conto che sul lungo periodo l’immobile è destinato ad apprezzarsi nuovamente. Al tempo stesso, i mutui sono oggi particolarmente convenienti, almeno per quanto riguarda quelli a tasso variabile, grazie all’Euribor giunto ai minimi storici. E anche se la stretta creditizia si fa ancora sentire, generalmente le banche concedono senza troppi problemi il prestito-casa a chi presenta i normali requisiti di solvibilità. Certo, il momento economico generale è ancora caratterizzato da incertezze e preoccupazioni. Il consiglio dell’esperto però è di non lasciarsene troppo condizionare, se si è trovata la casa giusta per le proprie esigenze. Il che ovviamente non esclude la prudenza, cioè non buttarsi sul «buon affare» a tutti i costi, o peggio ancora comprare la prima casa che capita per paura che i prezzi risalgano.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti