Messi sprecone ma l'Argentina vince lo stesso Delude l'Inghilterra di Capello: 1-1 con gli Usa

A decidere la partita è un difensore, Heinze, con un gol di testa su calcio d'angolo. Per la gioia Maradona si scatena a bordo campo. La Corea del Sud batte la Grecia: 2-0. Polemica per la Coppa in mano a Vieira al concerto di Soweto, Abete: "Gaffe della Fifa"

Messi sprecone ma l'Argentina vince lo stesso
 
Delude l'Inghilterra di Capello: 1-1 con gli Usa

Johannesburg - Era grande l'attesa per l'esordio mondiale di Maradona contro la Nigeria. Alla fine il risultato è arrivato: 1-0, gol di Heinze, un fedelissimo del ct. Numerose le occasioni sprecate da Messi & C, un paio anche dagli africani. Per ciò che si è visto in campo il risultato è giusto, anche se l'Argentina deve crescere ancora se vuole coltivare, sino in fondo, il sogno di riportare a casa la coppa dopo la fortunata spedizione messicana del 1986. Ventiquattro anni fa fu proprio Maradona a trascinare i suoi compagni alla vittoria. In pratica quel Mondiale lo vinse lui da solo. O quasi. Questa volta dovrebbe-potrebbe essere la volta di Messi: ma l'asso del Barcellona nell'esordio ha sbagliato troppo (anche se il portiere della Nigeria, Enyeama, ha fatto i miracoli) e deve trovare più precisione e convinzione nei propri mezzi. E Maradona, nonostante la vittoria, dovrà riflettere su alcune scelte nella formazione: come si fa a tenere in panchina uno come Milito? Il ct argentino gli ha regalato qualche minuto di gioco e, appena sceso in campo, il nerazzurro ha fatto capire di che pasta è fatto.
L'Argentina ha vinto con merito, creando (e sprecando) diverse occasioni da gol. A dover preoccupare Maradona è il ritmo un po' troppo basso e quelle due disattenzioni nelle retrovie che avrebbero potuto costare il pareggio della Nigeria. Il gol che ha deciso la partita è arrivato al 6' pt sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dalla destra. Difesa della Nigeria a zona, Heinze tutto solo di testa in tuffo supera Enyeama. Uno a zero e tre punti in classifica per l'Argentina nel girone B, a pari merito con la Corea del Sud che ha battuto la Grecia.

Le prossime partite del girone Le due capoliste si affronteranno giovedi prossimo, 17 giugno: Argentina-Corea del Sud (ore 13.30). Sempre giovedi in campo anche Grecia-Nigeria (ore 16).

Lo show di Maradona Il Pibe si presenta sul prato dell'Ellis Park di Johannesburg in un completo grigio elegantissimo. E indossa anche la cravatta. Probabilmente l'ultima volta che l'ha messa è quando si è sposato. Ha accolto il consiglio-appello delle sue figlie Dalma e Giannina, che lo hanno pregato: "Papà lascia la tuta e metti un vestito". Lui non si è tirato indietro e ha rinunciato alla tuta, rispolverandola per la conferenza stampa a fine gara. In panchina si è sbracciato, ha gridato e non ha smesso un attimo di dare indicazioni ai propri uomini. Al gol di Heinze si è messo a saltare come un ragazzino. Anche se in giacca e cravatta, con qualche anno e diversi chili in più, quando il pallone gli finisce fra i piedi Diego torna il Pibe di sempre: un palleggio ed è di nuovo magia.

Inghilterra-Usa 1-1 Inutile fare tanti giri di parole. E' un avvio deludente per l'undici guidato da Capello. Dopo una partenza brillante gli inglesi vengono fermati dagli States grazie a una clamorosa papera del portiere Green. A Rustenburg Gerrard illude gli uomini di Sua Maestà con un gol al 4' pt. Dempsey sigla il pari al 40' con un tiro che Green non trattiene. E gli Usa, a sorpresa, sfiorano il colpaccio con Altidore (20' st). Molto deluso il ct Capello: "Sono amareggiato per l'errore di Green e per il risultato: meritavamo di più per le occasioni create, ma questo è il calcio, si commettono errori e si viene condannati".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti