Messina, allarme frane: evacuate 120 persone

Un movimento franoso, che
procede a 7 centimetri l’ora, attraversa le
contrade Lineri e Ricchio del comune di Caronia. Sfollate 120 persone: intervenuta la Protezione civile

Messina - Torna la paura nella provincia di Messina, ancora violentata dal maltempo. Un movimento franoso, che attualmente procede a 7 centimetri l’ora, sta interessando le contrade Lineri e Ricchio del comune di Caronia, dove dalla mezzanotte sono state fatte evacuare 120 persone in un’area collinare di circa 50 ettari.

Evacuata la zona Da questa mattina sono state evacuate anche le case più a monte della zona interessata, dove cominciano a vedersi le prime crepe. La frana ha interessato anche la scuola media di Lineri, dove stamattina era stato sbarrato l’ingresso sia agli alunni che agli insegnanti. Sul posto, nella notte, sono intervenuti carabinieri e forze dell’ordine, e questa mattina sono arrivati gli uomini della Protrezione civile. "A Caronia si è verificato un grosso movimento franoso che ha interessato la parte a monte - ha riferito il sindaco di Caronia, Giuseppe Collura - è stata evacuata la scuola media. Si tratta di una seconda San Fratello sia come portata che come tipologia di danni" .

Un'area ad alto rischio Il 14 febbraio scorso un’altra frana ha interessato il Comune di San Fratello, sempre nel Messinese, dove è stato evacuato un terzo dei circa 4500 abitanti. La zona dove si è verificato il movimento franoso dista in linea d’aria una decina di chilometri da San Fratello. Nell’area dei Nebrodi, che comprende anche Caronia, da gennaio si sono registrate circa 250 frane.