Meteo e clima

Meteo, scatta l'allerta rossa: cosa accadrà

Si temono criticità idrogeologiche e idrauliche. Forti venti dai settori occidentali si abbatteranno sulle regioni centro-meridionali dello Stivale

Meteo, scatta l'allerta rossa: cosa accadrà

Ascolta ora: "Meteo, scatta l'allerta rossa: cosa accadrà"

Meteo, scatta l'allerta rossa: cosa accadrà

00:00 / 00:00
100 %

La Protezione civile ha annunciato un'allerta rossa in Lombardia e una arancione per altre sei regioni, vale a dire Friuli Venezia Giulia, Liguria, Provincia autonoma di Bolzano, ampi settori del Piemonte, parte della Toscana e del Veneto.

L'allerta e i rischi

Stando all'allarme, l'area perturbata di provenienza atlantica, peraltro già attiva sul settore nord-occidentale del nostro Paese, dovrebbe estendersi apportando precipitazioni a carattere temporalesco anche nel resto del settentrione, financo a coinvolgere, a partire dalla prossima notte, parte delle regioni del Centro, specie lungo il versante tirrenico. Oltre che da abbondanti precipitazioni, la perturbazione sarà accompagnata da forti venti provenienti dai quadranti occidentali, i quali insisteranno con maggior vigore sulle regioni centro-meridionali dello Stivale.

In accordo con le regioni coinvolte, a cui spetta il compito di attivare i sistemi di protezione civile nei rispettivi territori, il Dipartimento della Protezione Civile ha quindi emesso, sulla base delle previsioni a sua disposizione, un altro avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello pubblicato ieri. Un ulteriore timore è che i fenomeni meteo di grande intensità attesi possano determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche: queste sono state riportate tutte all'interno del "Bollettino nazionale di criticità e di allerta" consultabile proprio sul portale del Dipartimento (http://www.protezionecivile.gov.it/).

Le previsioni

Stando all'allerta, dal pomeriggio di oggi, domenica 27 agosto, si prevedono precipitazioni, a carattere di rovescio o temporale su Toscana e Sardegna nord-occidentale, in estensione fin dalle prime ore di domani, lunedì 28 agosto, a Friuli Venezia Giulia, Umbria, Lazio, Campania e settori occidentali di Abruzzo e Molise.

Nella mattinata di domani, lunedì 28 agosto, persisteranno rovesci e temporali su Liguria, Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto ed Emilia-Romagna. Oltre alle abbondanti precipitazioni, i fenomeni saranno accompagnati da grandinate, intensa attività elettrica e forti raffiche di vento. Forti venti dai quadranti occidentali, anche a carattere di burrasca, si abbatteranno fin dalle prime ore di domani su Sardegna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania.

In virtù delle previsioni meteo è stata diramata un'allerta rossa sugli estremi bacini settentrionali della Lombardia per rischio idrogeologico per tutta la giornata di domani, lunedì 28 agosto. Allerta che diventa arancione in Friuli Venezia Giulia, Liguria, Provincia autonoma di Bolzano, ampi settori del Piemonte, parte della Toscana e del Veneto. Su Abruzzo occidentale, Campania, parte dell'Emilia- Romagna, resto di Toscana, Veneto e Piemonte, su Lazio, parte del Molise, Provincia autonoma di Trento, su ampi settori della Sardegna, in Umbria e sulla Valle d'Aosta è invece stata dichiarata un'allerta gialla.

Il quadro meteorologico e quello relativo alle criticità viene costantemente aggiornato sulla base delle modifiche alle previsioni e dell'evolversi della situazione in tempo reale: il tutto è consultabile sul sito http://www.protezionecivile.gov.it/, unitamente all'indicazione di tutte quelle norme generali di comportamento da seguire in caso di maltempo.

Commenti