Milano

In autunno apre Tricolore M4 (quasi) fuori dal tunnel

I lavori della tratta est finiranno per ottobre. A settembre si viaggerà da Forlanini a Dateo

In autunno apre Tricolore M4 (quasi) fuori dal tunnel

Sarà riaperta a ottobre la viabilità fino a piazza Tricolore bloccata per il cantiere di M4, che corre per 15 chilometri e 21 stazioni attraversando la città da est a ovest. Mentre la tratta ovest, da san Cristoforo a sant'Ambrogio, dovrebbe essere conclusa per autunno 2024 e quella centrale, da Sant'Ambrogio a san Babila, tra un anno. La blu entrerà in funzione dall'aeroporto di Linate a Dateo, dove incrocerà il passante ferroviario, entro il 30 settembre, con fermate intermedie a Repetti, Forlanini Fs e Argonne. Ad aprile si allungherà fino alla stazione di San Babila: si potrà viaggiare da Linate al centro in 11 minuti. In particolare piazza San Babila sarà ultimata nell'aprile 2023. «Questa lunga area a est della città, che ha dovuto sopportare i necessari lavori - annuncia l'assessore alla Mobilità Arianna Censi - sarà presto liberata dai cantieri e potrà usufruire del servizio della nuova metro e nello stesso tempo beneficiare dei nuovi spazi verde e di tutte le aree riservate allo sport e alla socialità. Per le sistemazioni superficiali della tratta ovest arriveranno anche oltre 40 milioni dal Pnrr per i quali il Comune ha richiesto il finanziamento che consentiranno anche un aumento qualitativo degli interventi».

Il cronoprogramma originario prevedeva 88 mesi di lavoro, apertura della prima tratta Linate-Forlanini Fs per Expo 2015. Un piano definito fin dall'inizio irrealizzabile, ma il Covid, i prevedibili ritrovamenti archeologici, oltre alle beghe giudiziarie iniziali hanno fatto la loro parte per allungare ulteriormente i tempi. La tratta est corre da Linate a Dateo per 5 chilometri e sei fermate (Linate Aeroporto, Rapetti, Stazione Forlanini, Argonne, Susa e Dateo). I lavori finiranno dopo l'estate, la viabilità di piazzale Tricolore invece sarà ripristinata per ottobre insieme alle sistemazioni superficiali. Le aree circostanti la stazione saranno restituite entro fine aprile.

La stazione Forlanini, che interscambia con il passante, è dotata di un nuovo ingresso con rampe d'accesso, un percorso ciclo pedonale che permetterà di accedere alla stazione sotterranea, sul retro della stazione è stata disegnata un'area «kiss and ride» che permette di accompagnare in macchina alla stazione chi parte. In sostanza la nuova stazione di Forlanini, sovrastata da una copertura metallica frangisole, diventerà una piazza semi coperta, resa viva anche da negozi e bar presenti.

Le aree tra viale Argonne e piazzale Susa, saranno completate in un paio di mesi, e comprendono spazi per la mobilità elettrica e piste ciclabili bidirezionali, percorsi pedonali, aree giochi per bambini e aree riservata ai cani. Saranno presenti diversi spazi per la socialità con panchine, aree fitness, campi da ping pong e bocce, oltre a campetti da calcio. Queste zone però saranno pronte per l'autunno. A settembre saranno ultimate le aree intorno alle fermate di Dateo e Indipendenza: anche in questo caso il progetto di sistemazione prevede il ripristino dei filari di alberi lungo il viale. Anche corso Indipendenza fino a piazza Risorgimento tornerà verde: saranno piantati alberi, panchine in legno, campo da bocce, tavoli da gioco, un area per ping pong, tavolini da pic nic e un'area fitness.

Commenti