Milano

Dentro un cioccolatino oppure scomposto. Il tiramisù ha mille forme

"Mascherpa" è il primo locale interamente dedicato al dolce italiano per eccellenza

Dentro un cioccolatino oppure scomposto. Il tiramisù ha mille forme

Tutto intorno a un dolce, il più amato, il più italiano. È il tiramisù il protagonista del nuovo negozio mono prodotto, inaugurato ieri in via Edmondo de Amicis 7. «Mascherpa», dal nome del mascarpone in dialetto milanese, è la prima tiramisuteca che apre in città.

Il locale nasce da un'idea di Giovanna Anoia e dei suoi tre figli. È totalmente dedicato a questo dolce e ai tre ingredienti che lo compongono: mascarpone, savoiardi, caffè. Il tiramisù si trova sia nella versione classica, sia nelle varianti più fantasiose. Al centro c'è la crema di mascarpone di Giovanna (ricetta di famiglia top secret). Le proposte vanno dal tiramisù in barattolo, alla versione scomposta oppure in strip, strisce golose simili agli éclair francesi, fino alle mini boule, praline di cioccolato ripiene di crema. La crema al mascarpone poi viene rivisitata al gusto di frutti di bosco, mango, nutella, nocciola, pistacchio, fragola, cioccolato o altro su ordinazione. Anche i savoiardi, sempre fatti in casa con uno stampo su misura, diventano al limone o al pistacchio.

L'anima di Mascherpa è appunto Giovanna, 56 anni, nata e cresciuta a Milano ma di origini calabresi. Il suo dolce è fatto seguendo una ricetta tramandata da generazioni. «Il tiramisù è un dolce semplice - dice Giuseppe Loiero, secondogenito di Giovanna -. Bastano tre ingredienti per prepararlo. Proprio per questo però può trasformarsi in qualcosa di estremamente complesso. Ognuno ha in cuore e preferisce la propria versione, associandola a un determinato ricordo della propria infanzia. A me ricorda tanto il pranzo della domenica, quando mangiandolo si concludeva il pasto e ci si sdraiava sazi e soddisfatti sul divano». Da bere in abbinamento c'è naturalmente il caffè, da torrefazione artigianale, preparato con una nuova macchina a infusione e a richiesta aromatizzato.

Anche il locale, con elementi artigianali e l'insegna dipinta a mano, riporta alla tradizione. Ma c'è pure un lato hi tech. Il nuovo negozio è il primo esercizio commerciale in Italia dotato di un registratore di cassa telematico, che a fine giornata permette di trasmettere via internet i corrispettivi degli incassi all'Agenzia delle entrate.

Commenti