«Collegamenti per i pc lungo le piste ciclabili»

L’innovazione in futuro al servizio della videosorveglianza

Giovanni De Nicola, assessore provinciale ad Infrastrutture e viabilità, come si batte anche Archimede con un sommergibile giocattolo?
«Il principio è semplice: abbiamo utilizzato fognature, cavidotti e canali ancora liberi per portare servizi sul territorio. A questo progetto ha creduto innanzitutto il presidente Guido Podestà, con cui c’è piena sintonia»
Wi-fi e non solo: questa cablatura ha potenzialità ampie...
«Oltre a fornire e-governament, anche wireless fino alle porte dei vari Comuni, permette di monitorare i condotti e in futuro sarà un veicolo di videosorveglianza».
Videosorveglianza?
«Per esempio nei paesi «cablati» attraverso il canale villoresi stiamo stendendo fibra ottica lungo le ciclabili e sistemeremo dei punti da collegare con telecamere e da cui connettersi per esempio col pc».
Chi è già finito nella «rete»?
«Oltre all’Idroscalo abbiamo seguito le dorsali fognarie e le nostre strade, portando fino all’ingresso dei Comuni la nostra rete. Da qui i vari Paesi possono ampliare, a loro spese, la rete nel loro territorio e attivarla secondo le loro esigenze, come ha fatto Monza, con una rete di 40 km, e poi Gorgonzola, Melegnano e Vimercate. Si potrà fornire connessione wi-fi, come appunto all’Idroscalo, oppure mettere in rete vari enti ed uffici, come abbiamo fatto con le nostre sedi territoriali. Abbiamo contatti con Rho per Expo che svilupperemo in autunno».
E col Comune di Milano?
«Ci piacerebbe cercare delle sinergie».
Quanto vale questo «sommergibile»?
«Il valore di mercato dell’opera è di 170 milioni, l’investimento è di poco meno di 8 milioni».

Commenti