Concerto per Berio, sinfonie di Schiff

Parla un italiano fluente e forbito il pianista Andras Schiff, tra le firme predilette delle Serate Musicali che lo hanno ospite dal 1991 e per le quali suona oggi (ore 21), nella sala Verdi del Conservatorio. Schiff è ormai un italiano d'adozione. Vive da anni sui colli di Fiesole. È poi lui l'anima dell'Omaggio a Palladio, festival che si tiene nel teatro boutique d'Italia, l'Olimpico di Vicenza. Del resto, lasciò l'Ungheria ancora in piena epoca sovietica, nel 1979, alimentando così una carriera internazionale. Quell'Ungheria che, come un fiume carsico, ritorna periodicamente nella vita di questo pianista - classe 1953 - fra i più interessanti in circolazione. La sua agenda include sistematicamente recital a Budapest, dove è venerato, così come con i cicli di concerti in onore di Haydn nel Palazzo degli Esterhazy, Schiff volle reclamare al Governo ungherese che l'edificio degli antichi mecenati del musicista reclamava restauri. Il recital di stasera sarà comunque improntato al Romanticismo sfogato e pieno di Schumann e a quello misurato e classico di Mendelsshohn. Sempre stasera, in casa Verdi (dunque Auditorium in largo Mahler), alle ore 20.30 l'Orchestra Verdi rende omaggio al suo direttore onorario e compositore Luciano Berio, nel decimo anno della scomparsa. Ci saranno le prime parti nonché orchestrali storici della compagine, diretti da Ruben Jais. Ovvero Giuliano Rizzotto (trombone), Luca Stocco (oboe), Raffaella Ciapponi e Fausto Ghiazza (clarinetto). E il soprano Gabriella Sborgi (nella foto) fresca di un concerto in Vaticano, dove ha presentato in prima mondiale brani di musica sacra di Monsignor Bartolucci, compositore e maestro della Cappella Sistina per 50 anni. Per questa serata-Berii, si eseguiranno la Sequenza V per trombone solo (Berio), Quattro versioni originali della ritirata notturna di Madrid (Berio-Boccherini), Sequenza VII per oboe (Berio), Sonata per clarinetto e orchestra in Fa minore op. 120 n. 1 (Berio-Brahms), Sequenza IX per clarinetto (Berio), Folk Songs (Berio).

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento