I professori dello sport scendono in campo In palio c'è il Fair Play

A Cernusco una settimana di iniziative con ospiti d'eccezione per parlare di lealtà

Simone Finotti

Fair play, questo sconosciuto. O almeno poco praticato. Paradossalmente, se vogliamo, perché proprio nell'epoca in cui si inneggia a destra e a manca al «corretto», politically o meno che sia, vediamo tutti che la realtà dei fatti è ben diversa: dallo sport -dove il concetto è nato- allo spettacolo, dalla politica alla cultura (ebbene sì, anche quella), il «giocare leale» è sempre più sommerso da valanghe di vaffa, risse, corna, diti medi d'autore e altre simili amenità.

«Chi grida di più la vacca è sua», ripetevano i nostri nonni, e oggi più che mai li si prende alla lettera. Sarà che forse, come diceva qualcuno, ci sono cose di cui si parla spesso proprio perché mancano, e la correttezza -quella vera- è una di queste. Fatto sta che in quel di Cernusco sul Naviglio, Città Europea dello Sport e tappa del Giro d'Italia 2020, sono passati dalle parole ai fatti, ed hanno pensato bene di organizzare il primo e unico Fair Play Festival italiano, che prosegue fino a domenica con tanti appuntamenti e ospiti d'eccezione chiamati a dire la loro sull'argomento.

Risultato: una settimana di incontri, una mostra dedicata a episodi di fair play, aperitivi-derby, spettacoli teatrali e presentazioni di libri sul tema, proiezioni di film e laboratori per bambini.

Campioni dello sport, allenatori, volti del giornalismo, piccoli e grandi eroi sportivi del fair play quotidiano si ritrovano insieme per celebrare l'importanza del rispetto per gli avversari, degli atteggiamenti leali e della sana competizione: tra gli ospiti più attesi il campione olimpico di scherma Marco Fichera, il leggendario coach Dan Peterson, l'ex campione di ciclismo Gianbattista Baronchelli e molti altri. Filo conduttore la celebrazione della correttezza nelle diverse discipline: dai momenti che coinvolgono gli sportivi più celebri a quelli avvenuti sui campetti di periferia, per testimoniare la bellezza dello sport vissuto nel rispetto degli avversari e delle regole, con passione e lealtà, nella vittoria come nella sconfitta.

Fra gli appuntamenti: Carlo Genta ha moderato un aperitivo-derby di Milano con Umberto Zapelloni, Michele Dalai, Evaristo Beccalossi e Gianni Sacco; in serata, alle 21, entrano in campo gli arbitri, in un talk show con Luca Marelli, Maurizio Biggi, Angelo Bonfrisco, Filippo Grassia, Gianluca Rabellino e Massimo Achini. Ieri, alle 18, «Libri e sport» con Darwin Pastorin, autore del libro Gaetano Scirea.

Il gentiluomo, e alle 21 Cineforum sul calcio che supera confini e rivalità. Oggi, per Libri e sport, arriva Alessandra Carati, coautrice del libro La via perfetta. Nanga Parbat: sperone Mummery, e alle 18 si replica con il derby di Roma. Molto atteso, alle 21 di sabato, l'appuntamento con Dan Peterson, uno degli allenatori più carismatici del basket, diventato un'icona anche come commentatore tv. www.fairplayfestival.it