Auto, diamanti e quadri: sequestrato il patrimonio milionario del rom "re delle truffe"

Con numerosi alias, negli anni il 46enne era riuscito ad accumulare un vero e proprio tesoro: fra i beni sequestrati dagli uomini della Divisione Anticrimine, auto di lusso, gioielli e numerosissimi diamanti, quadri di valore ed immobili

Maxi operazione da parte degli uomini della Divisione Anticrimine della questura di Milano, che nel corso della mattinata di ieri, giovedì 14 maggio, hanno eseguito un sequestro di beni dal valore complessivo di oltre 2 milioni di euro. Ad accumulare tanta ricchezza, un soggetto già noto alle forze dell'ordine, vale a dire il 46enne Nenad Jovanovic, uomo con numerosissimi alias.

Soprannominato "Re delle truffe rip deal" dagli investigatori incaricati di seguire il caso, Jovanovic era riuscito a fare fortuna proprio sfruttando la tecnica del "rip deal", che consiste nel proporre operazioni di cambio apparentemente rapide ma in realtà fraudolente. Alla vittima vengono offerti scambi vantaggiosi, ma la transazione si conclude solo a favore del truffatore, che paga con false banconote prima di sparire. L'ultimo episodio, riferiscono dalla questura, risale allo scorso dicembre 2019, quando il criminale è entrato in possesso di un diamante del valore di 3.100.000,00 euro, pagando il proprietario con banconote da 200 euro contraffatte. La trattativa, avvenuta nella hall di un albergo, era stata immortalata dalle videocamere di sorveglianza.

Assiduo frequentatore di alberghi di lusso, e finto membro della comunità ebraica milanese, il rom 46enne è riuscito negli anni a mettere da parte un vero e proprio tesoro. Nel corso del sequestro disposto dal tribunale di Milano, sono stati recuperati gioielli e quadri dal valore inestimabile, oltre ad immobili, auto di lusso e conti bancari. Nella lista stilata dagli inquirenti, in particolare, figurano un appartamento di 8 vani a Trezzano sul Naviglio ed un altro quadrilocale a Sedriano, entrambi in provincia di Milano, una Mercedes Classe A AMG, 3 bracciali d'oro, un anello Trilogy composto da 21 diamanti, 2 anelli d'oro bianco con 5 diamanti, una fede in oro bianco, tre bracciali modello "tennis" rispettivamente con 210, 52 e 53 diamanti, un bracciale rigido in oro e diversi conti bancari, ancora da verificare. Fra le auto a disposizione del re delle truffe, anche una Audi A6 ed una Ferrari 360 Modena. Il tutto, oltre che ad appagare la sua costante sete di ricchezza, serviva a fornirgli i mezzi per interpretare al meglio il personaggio dell'uomo facoltoso che impersonava ogni volta per raggirare le sue vittime, convinte di fare affari con un personaggio di spicco.

Stando a quanto riferito dalla questura di Milano, Nenad Jovanovic aveva cominciato a far parlare di sé dall'ormai lontano 2002. Fingendosi un imprenditore italiano, era riuscito ad ingannare un cittadino austriaco, convincendolo a cedergli un'abitazione. Dopo aver versato 500mila franchi svizzeri come caparra (tutti rigorosamente falsi), si fece addirittura consegnare dalla vittima 90.000,00 di euro, poi alla fine mai restituiti. Più tardi, nel 2007, anche l'Interpol si mise sulle sue tracce. Presentandosi con il nome di Claudio Moro, Jovanovic si era reso autore di numerosi raggiri in Svizzera, Austria e Germania.

Nel 2018, infine, il re delle truffe finì dietro le sbarre con l'accusa di furto aggravato e sostituzione di persona. Fingendosi un rabbino israeliano con incarico di diplomatico riuscì ad impossessarsi della “Sacra famiglia” di Peter Paul Rubens e della “La Fanciulla Sul Prato” di Pierre Auguste Renoir, due pregiati quadri ad olio su tela del valore di 26 milioni di euro successivamente recuperati in un campo nomadi nel Nord Italia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di fergo01

fergo01

Ven, 15/05/2020 - 14:49

indubbiamente uno bravo, se mi si passa il termine, però scommetto un euro che percepiva anche il rdc

Ritratto di Adespota

Adespota

Ven, 15/05/2020 - 14:59

# io non ci credo proprio ! #

Massimo Bernieri

Ven, 15/05/2020 - 15:09

I truffatori esistono perché ci sono i fessi.Ho letto che è stato acquistato anello da alcuni milioni di € con banconote false,A parte che il contante non è ammesso e chi lo ha fatto è per fare del "nero" ma a questo punto prendi un lettore di banconote come hanno le banche e le controlli una per una a costo di impiegarci una qualche ora.Neanche assegno circolare e una garanzia perché ora con gli scanner li falsifichi a almeno si telefona alla banca che lo ha emesso per sapere se c'è la copertura.Farsi fare bonifico e dare la merce quando c'è già importo su conto.Non è stato il primo e non sarà l'ultimo.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 15/05/2020 - 16:05

in questo articolo avete ripetuto tantissime volte "il rom", "un rom" ecc. ecc. quello non è un rom ma un patano!

Happy1937

Ven, 15/05/2020 - 16:11

Penso che 2 milioni siano solo le briciole. E tutto il resto? Da quello che leggo in un sol colpo si era fregato un brillante da oltre 3 milioni. Sarà meglio che quelli della Questura di Milano vadano a scovare il resto.

ziobeppe1951

Ven, 15/05/2020 - 16:37

Ostregheta...a saperlo che fosse così facile, l’avrei fatto anch’io

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Ven, 15/05/2020 - 16:40

fergo01 h.14,49 - Mi hai preceduto... :-)

27Adriano

Ven, 15/05/2020 - 17:03

Sicuramente era protetto.. Da chi?? Vedrete che sarà libero tra qualche giorno.

frabelli1

Ven, 15/05/2020 - 17:08

Mi aspetto che il pd intervenga a difesa di questi poveri rom, che risultano nullatenenti e senza casa. Il Pd è capace di tutto.

Ilsabbatico

Ven, 15/05/2020 - 19:27

Farei una scommessina che percepisce pure il reddito di cittadinanza.....un caffè dai! Chi ci sta?

investigator13

Ven, 15/05/2020 - 19:44

è proprio vero, c'è un proverbio che dice: Il ladro ingrassa, ma non dura

investigator13

Ven, 15/05/2020 - 19:47

@frabelli1 magari ha pure il reddito di cittadinanza.

sparviero51

Ven, 15/05/2020 - 19:51

CHE ACUME ,CHE INVESTIGAZIONI . VENTI ANNI PER ACCHIAPPARLO !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 15/05/2020 - 19:57

Libero subito?

dagoleo

Sab, 16/05/2020 - 10:37

ma costui è sicuramente una risorsa preziosa. stava accumulando denaro per pagarci le pensioni. chiedete alla Boldri o a chiunque del PD e vi confermerà la cosa. era armato delle migliori intenzioni. và quindi integrato con tante scuse, permesso di soggiorno, casa popolare ed RDC.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 16/05/2020 - 10:51

Poi chiedono il reddito di cittadinanza e non pagano un centesimo di tasse con servizi gratis.