Neos, da giugno i primi voli passeggeri da Malpensa a New York

Il collegamento sarà operativo due volte a settimana e sarà Covid Tested. Il via libera dall' US Department of Transportation. L'ad Stradiotti: "Una opportunità di crescita, un punto di partenza, stiamo già pensando di aumentare a tre le frequenze settimanali dal 2022, oltre a valutare altre rotte"

Neos, da giugno i primi voli passeggeri da Malpensa a New York

Neos inaugura a giugno i voli passeggeri dall'aeroporto di Milano Malpensa a quello di New York JFK dopo aver ottenuto l’approvazione da parte del US Department of Transportation ad operare verso gli Stati Uniti. Il collegamento sarà operativo due volte a settimana e avverrà nella seconda metà di giugno e sarà Covid Tested.

Da gennaio 2021 la compagnia aerea ha inserito in programmazione due collegamenti dallo scalo gestito da Sea verso l’aeroporto JFK di New York per il trasporto merci e ora ha la possibilità di un nuovo e redditizio bacino, centrale per il traffico italiano, che nel 2019 contava poco più di 1 milione di passeggeri.

In questa prima fase, vi sarà un unico collegamento Covid Tested su New York, ma si stanno già valutando altre nuove opportunità sul mercato americano. Gli operativi prevedono la partenza da Milano Malpensa il giovedì e la domenica alle 12.20 con arrivo a New York alle 14.50 dello stesso giorno, mentre la tratta dagli Usa decollerà alle 17.50 da New York con arrivo a Milano Malpensa alle 7.20 del giorno successivo (orari locali).

“L’avvio della tratta Milano-New York è per noi una pietra miliare – commenta Carlo Stradiotti ad di Neos -. Una opportunità di crescita per il nostro business e per consolidare i rapporti fra Italia e Usa. Con questa prima rotta iniziamo a strutturare i flussi tra i due Paesi e a dare vita a una esperienza di viaggio sicura, su aeromobili di ultima generazione, dotati di ogni comfort e con un servizio innovativo e di qualità. Questo è il punto di partenza, ma stiamo già pensando di aumentare a tre le frequenze settimanali dal 2022, oltre a valutare altre rotte".

A novembre 2020 Neos ha realizzato il primo volo internazionale Covid Free tra Milano e Nanchino, avviando un protocollo che, tuttora, rappresenta l’unica strada per viaggiare da un paese ad un altro, eliminando la quarantena. La compagnia aerea ha inoltre aderito al trial Iata Travel Pass, un passaporto digitale che consente ai passeggeri di conservare sulla app le proprie informazioni sanitarie, verificabili da compagnie aeree e autorità attraverso la scansione di un qr code. Questo permetterà di snellire e velocizzare le procedure di imbarco e sbarco, offrendo un modello sicuro e protetto per tutti i viaggiatori e la loro privacy.

Nata nel 2002, Neos arrivata a trasportare 2 milioni di passeggeri nel 2019 con un fatturato di 466 milioni di euro. Grazie ad una struttura agile e un modello di business integrato e flessibile ha saputo rimodularsi anche durante i difficili mesi passati: questo ha permesso di non interrompere le operazioni, ma anzi ampliare le attività, includendo voli cargo, voli rescue e voli umanitari per il trasporto di materiale sanitario.

Neos ha in flotta 15 aeromobili, offre oltre 50 rotte in tutto il mondo ed effettua voli cargo in 10 destinazioni fra Cina, Corea, Canada e Usa. Durante l’emergenza ha rimpatriato oltre 40 mila persone in 68 stati, ha realizzato centinaia tra rescue e humanitarian flights, portando in Italia oltre 4.000 tonnellate fra mascherine, ventilatori polmonari e respiratori, guanti, kit diagnostici e abbigliamento sanitario protettivo.

Commenti