«Paderno attira imprese Avanti con la crescita»

Gianluca Bogani, sindaco uscente a Paderno Dugnano (era in carica da marzo 2018, dopo l'elezione di Marco Alparone in Regione). Se sarà rieletto quali saranno i primi punti all'ordine del giorno?

«Siccome siamo amministrazione uscente e so che vantiamo un avanzo di bilancio di 4 milioni, la prima cosa che faremo sarò riqualificare il palazzo della sanità. E andremo in continuità con il buongoverno degli ultimi anni. Continueremo ad investire in sicurezza, abbiamo già 55 telecamere e aumenteremo questa dotazione, favoriremo il controllo di vicinato».

É un sistema che funziona?

«Nell'ultimo anno in cui sono stato sindaco siamo arrivati a 20 gruppi e l'intento è di far crescere ancora la rete. Ci crediamo molto, l'obiettivo è rendere i cittadini protagonisti del sistema di sicurezza, devono guardare fuori dalla finestra e parlarsi tra vicini».

Va molto di moda parlare di ambiente, può dimostrare che è stata una priorità durante la sua giunta?

«Ci siamo battuti per i temi ambientali e la difesa del territorio, abbiamo acquisito circa 90mila metri quadrati di aree per creare parchi e corridoi ecologici e continueremo su questa strada. La città verde è un mio pallino, insieme al tema del lavoro. Paderno è diventata tra le città più attrattive del territorio, abbiamo registrato una crescita dell'1,8% e l'arrivo di nuove imprese deve proseguire».

Parte in vantaggio di 14 punti sul candidato Pd Ezio Casati (37,4% a 23,2) e ha firmato un'intesa con l'ex assessore forzista Alberto Ghioni che al primo turno aveva corso da solo superando il 13%. Sembrerebbe una partita in scioltezza...

«Il primo turno è stato come un giro di primarie che ha premiato il centrodestra, io e Ghioni insieme abbiamo preso più del 50%, e il voto ha indicato me come leader per portare avanti il lavoro di dieci anni di buongoverno con Ghioni. Abbiamo trovato subito unità di intenti, siamo amici, amiamo Paderno e vogliamo continuare a farla crescere. Lui sarà il mio vicesindaco».

ChiCa

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.