Il pattinaggio torna a Milano. Danze mondiali sul ghiaccio

In pista 198 atleti in rappresentanza di 43 nazioni. Al via cinque giorni di gare: si comincia mercoledì

È tutto pronto per lo spettacolo dei Campionati mondiali di pattinaggio, che si svolgeranno al Forum di Assago da mercoledì a domenica 25. Dopo Milano 1951, Cortina d'Ampezzo 1963 e Torino 2010, l'appuntamento tanto atteso torna in Italia e, a 67 anni di distanza, nel capoluogo lombardo (occasione perfetta per conferme e rivincite dopo le Olimpiadi di PyeongChang). Pronti a sbarcare 198 atleti provenienti da 43 nazioni. Alla presentazione, avvenuta ieri a Palazzo Marino, mancava la pluri-medagliata Carolina Kostner. Presenti Anna Cappellini (senza Luca Lanotte, bloccato dal raffreddore), la coppia formata da Valentina Marchei e OndreJ Hotarek e molti altri componenti della truppa dei 55 azzurri. Saranno quattro giorni di competizione serrata, che si concluderanno con lo spettacolo del galà finale. «Per me - confessa Anna Cappellini - è un Mondiale super speciale, che arriva dopo una stagione molto pesante. Al punto in cui siamo arrivati nella nostra carriera è un significato bellissimo giocare il Mondiale in casa. Noi lo pregustiamo da tutta la stagione, quasi non ci credo che sia arrivato il momento. Luca Lanotte è a casa con il raffreddore, ma si sta curando al massimo. Le forze sono tutte dirette al Mondiale, in cui vogliamo migliorarci».

Secondo la 31 enne danzatrice sul ghiaccio di Como ma milanese d'adozione, «l'emozione più bella è il riscontro del pubblico, quello di casa è la tua curva. Adesso stiamo salvaguardando tutte le energie, perché già dalla settimana prossima bisognerà dare tutto. L'aspettativa è sempre quella di pattinare al meglio, di far vedere quello di cui si è capaci».

«I Mondiali sono la ciliegina sulla torta di una stagione fantastica, ci attendiamo ottimi risultati, perché questi ragazzi possono dimostrare quanto sono forti. Noi ci crediamo perché hanno lavorato seriamente e si sono allenati nel migliore dei modi. Ci aspettiamo Mondiali straordinari, perché Milano con il suo dinamismo e il fatto di essere la capitale economica del Paese li merita», ha spiegato il presidente della Federazione italiana sport del ghiaccio, Andrea Gios. «È una sfida incredibile, bellissima, molto difficile. Veniamo da una stagione importantissima - ricorda - che ci ha dato risultati importanti».

«Quando Milano viene scelta per ospitare queste iniziative, per noi è un grande onore. Sono passati troppi anni dall'ultima volta in cui la città ospitò questo evento. C'è una grande aspettativa, la città è tappezzata di manifesti e i cittadini sono in attesa. Milano è sempre disponibile ad ospitare grandi eventi sportivi», ha sottolineato l'assessore con delega allo Sport del Comune di Milano, Roberta Guaineri, «Siamo tutti ansiosi di vedere i nostri atleti gareggiare. Il pattinaggio sul ghiaccio - conclude - rappresenta al meglio i nostri valori, come la volontà e la precisione».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.