Pompieri scambiati per ladri e minacciati con una pistola

Il 57enne credeva fossero alcuni ladri sul tetto. L’uomo è stato denunciato per minacce aggravate

Pompieri scambiati per ladri e minacciati con una pistola

Brutta avventura per dei pompieri che stavano solo svolgendo il proprio lavoro. Si sono infatti trovati davanti un uomo che impugnava minacciosamente una pistola, rivolta contro di loro. Il 57enne in questione si era affacciato dal balcone armato, credendo di trovarsi davanti dei ladri. E invece erano Vigili del fuoco. Il fatto, riportato da today, è avvenuto domenica pomeriggio, 22 settembre, in via Cosenza a Milano.

I pompieri erano intervenuti per una richiesta di soccorso partita da un’abitazione. Una volta giunti sul luogo della chiamata hanno deciso di raggiungere l’interno dell’appartamento passando dal tetto del condominio. Mentre stavano cercando di entrare, improvvisamente da un balcone adiacente si è affacciato un uomo con in mano una pistola, puntandola nella loro direzione. Aveva infatti paura che i rumori sentiti poco prima sul tetto fossero stati provocati da qualche ladro.

Sono stati proprio i pompieri ad avvertire le Forze dell’ordine. Quando gli agenti sono arrivati hanno subito rintracciato l’appartamento dell’uomo che era nel frattempo rientrato in casa. Il 57enne ha quindi spiegato di aver preso l’arma, risultata poi una scacciacani, per difendersi. La polizia lo ha comunque denunciato per minacce aggravate.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti