Scala, vertice Osce, Oh bej E il sindaco «richiama» i vigili

Sala: «Sciopero ingiusto per la città». Ma il sindacato non molla

Giovedì e venerdì Milano ospita il vertice Osce, sono attesi al centro congressi Mico in Fiera i ministri degli Esteri dei 57 Paesi partecipanti (europei, dell'Asia centrale e del Nord America). Padrone di casa il ministro degli Affari esteri Enzo Moavero Milanesi che è l'attuale presidente in esercizio. Non c'è bisogno di ricordare che il 7 dicembre sono attesi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ministri, autorità e vip alla Prima della Scala. E dal 6 al 9 torna la fiera degli Oh Bej Oh Bej, con migliaia di visitatori attesi e il solito traffico impazzito nelle vie intorno al Castello. Giornate calde, massima allerta sul fronte sicurezza e controlli in strada per evitare il caos. E il rischio è alto. Il 7 dicembre i vigili hanno minacciato sciopero, domani in prefettura è convocato un tavolo per tentare una mediazione in extremis e non si esclude il ricorso alla precettazione. «Trovo profondamente sbagliato e ingiusto per la città uno sciopero piazzato in questi giorni» commenta il sindaco. Anche il vicacapogruppo Fi chiede al sindacato autonomo «un atto di responsabilità». Vincini (Sulpm) difende le ragioni dei vigili. E il vertice Osce «sfratta» auto e moto in zona Fiera per tre giorni.

Commenti