Scherma, gli "italiani" sulla pedana della Fiera

Oltre 800 atleti in gara. Dalle olimpioniche Errigo e Di Francisca a Bebe Vio tra i paralimpici

Lorenzo Pardini

Milano sale in pedana: da giovedì 7 a domenica 10 giugno, nella prestigiosa cornice della FieraMilanoCity Mi.Co., si svolgeranno i campionati italiani e paralimpici di scherma. Il primo evento nazionale dell'anno per importanza e prestigio ritorna sotto la Madonnina dopo ben 41 anni di assenza. «Milano è pronta ad accogliere la grande scherma ha detto Roberta Guanieri, assessore allo Sport di Palazzo Marino, durante la conferenza stampa di presentazione -. Noi abbiamo sposato l'idea di ospitare i Campionati Italiani sin dal primo momento, perché Milano sta investendo nell'organizzazione degli eventi sportivi e non potevamo che farlo anche sulla scherma che è uno sport che qui è di casa ma che, soprattutto, veicola valori assai importanti». Nella quattro giorni meneghina saranno disputate 12 gare di scherma olimpica (6 individuali e 6 a squadre), 18 di scherma paralimpica (16 individuali e 2 a squadre) e 2 di scherma non vedenti: l'ingresso sarà gratuito per tutti e per l'occasione Trenord (uno degli sponsor della manifestazione) metterà a disposizione il «Day Pass» andata a ritorno da tutte le stazioni della Lombardia Milano Domodossola a 13 euro. «Sarà uno spettacolo unico, da non perdere assicura Giorgio Scarso, presidente federale -. La scherma è una disciplina unica nel mondo dello sport, che nonostante il contatto fisico, insegna il rispetto per l'avversario. I nostri campioni, oltre ad eccellere nel ranking internazionale, sono atleti di primissimo piano perché riescono a coniugare lo sport con lo studio. Anni fa pensare di organizzare a Milano un evento del genere sarebbe stato uno scoglio insormontabile. Oggi, invece, abbiamo dimostrato che impegno, passione ed entusiasmo possono superare ogni difficoltà». Tra gli 800 atleti in pedana i milanesi potranno ammirare i fuoriclasse lombardi come Arianna Errigo, oro a squadre e argento olimpico nel fioretto individuale a Londra 2012. Inoltre ci sarà il ritorno di Elisa Di Francisca: la schermitrice di Jesi, dopo l'argento olimpico nel fioretto individuale a Rio 2016, è stata assente dalle competizioni per la sua maternità. «Per me sono come un Mondiale» dichiara. Spazio anche agli atleti paralimpici dove in prima linea ci sarà Beatrice Vio, detta «Bebe», campionessa olimpica e mondiale in carica e che vanta amicizie nello star-system come il cantante Jovanotti. «Il pubblico potrà ammirare i campioni olimpici e mondiali - evidenzia il presidente del comitato regionale Maurizio Novellini -, ma anche i giovani emergenti: tutti insieme, fianco a fianco, umili e pronti a combattere fino all'ultima stoccata». Infine gli Assoluti saranno anche una vetrina importante per la candidatura di Milano ai Campionati del Mondo Assoluti del 2021. Durante la kermesse, infatti, sarà presente il comitato esecutivo del Fie (Federazione Internazionale di Scherma ndr) che si riunirà per una seduta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.