Scritte contro Ramelli e inno alle foibe

Alla scuola di via Tabacchi frasi disumane sul diciottenne sprangato a morte

Anche con tutto lo spirito cristiano, non è possibile perdonarli. Anche se non sanno quello che fanno, bastardi senza onore (e dignità) capaci di scrivere «Ramelli assente» di un ragazzo morto a 18 anni dopo giorni di devastante agonia con il cranio sfondato dalle chiavi inglesi del servizio d'ordine dei comunisti di Avanguardia operaia. Terribilmente disumano quell'«assente» riferito ai banchi della scuola dove fu perseguitato per il solo fatto di militare nel Fronte della gioventù e di aver scritto un tema dove denunciava gli assassini delle Brigate rosse. Tanto bastò per condannarlo morte e tanto non è bastato a evitare a questa vomitevole melma rossa di vergare una scritta disumana sui muri della scuola media di via Tabacchi nel Municipio 5, come ha denunciato il deputato di Fratelli d'Italia Carlo Fidanza che ne ha chiesto al sindaco l'immediata cancellazione. E chissà se sarà così, perché di condanne di partiti, Anpi e sindacati ieri non se ne sono viste.

Così come non è degna di un essere umano quella scritta «più foibe meno fasci», una ferocia che si moltiplica a pochi giorni dalla Giorno del Ricordo, finalmente istituito da una legge nel 2004 per onorare gli italiani infoibati dai partigiani comunisti e dalle belve titine con i polsi stretti nel filo spinato. Insieme all'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati costretti a lasciare le loro terre per quella terribile epurazione etnica.

Ci pensino il Comune e la giunta di centrosinistra. E magari anche prefetto e questore, troppo tolleranti e benevolenti verso quei bravi ragazzi dei centri sociali occupati e delle sigle no global e sedicenti antagoniste, da sempre focolaio di violenze. Verbali e troppo spesso anche fisiche. Da lì viene questa feccia, lì forse bisognerebbe intervenire. Possibilmente prima che sia troppo tardi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Dom, 03/02/2019 - 09:31

Il cancro comunista va estirpato.

roberto.morici

Dom, 03/02/2019 - 10:28

Non c'è da meravigliarsi. Questi sono solo "eroici" fascisti rossi. Staranno ancora sbavando ripensando alla piccola Ghersi...

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Dom, 03/02/2019 - 10:29

...sarà dura che il sindaco e la giunta condannino.....

VittorioMar

Dom, 03/02/2019 - 10:34

..certo che più le PUBBLICIZZANO e più le portano alla CONOSCENZA ED ALLA CURIOSITA' del GRANDE PUBBLICO !!..STUPIDITA' TAFAZZIANA !!...qualche Scolaresca al ritorno dalla POLONIA facciano tappa a TRIESTE E DINTORNI...!!..tanto per CONOSCERE MEGLIO IL BEL PAESE E LA SUA STORIA...!!

Lollob

Dom, 03/02/2019 - 10:36

zecche rosse senza onore nè dignità, oltretutto vigliacchi come sempre, perchè capaci solo di insultare i morti, come capaci solo di aggredire in 10 contro 1. Un vigliacco potrà anche essere vivo, ma resterà sempre un vigliacco, sia da morto che da vivo

Ritratto di filospinato

filospinato

Dom, 03/02/2019 - 11:41

vogliamo ascoltare il nostro prezioso commentatore HAZET 36 ?

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Dom, 03/02/2019 - 12:03

Episodi esecrabili come questo, fanno parte di una cultura di fanatismo ed ignoranza , che pervade ogni parte politica , sia di destra che di sinistra , quando sono di carattere "estremo", cosi' come e' pericolosissimo il fanatismo religioso di ogni parte. Quando si raggiungono questi livelli non si puo' nemmeno piu' parlare di politica , solo di tritse degrado, della razza umana.

antonmessina

Dom, 03/02/2019 - 13:59

i comunisti sono criminali da sempre..e a prescindere

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 03/02/2019 - 14:18

Quanto ci scommettiamo che fra poco uscire,il solito, a difesa di quelle scritte, giustificandole e dando la colpa alla dx, che è lei che attira la rabbia di questi "santi" che si sentono vittime del fascismo. Non l'hanno vissuta ma vogliono fare loro la storia. Un magistrato!!??? La Boldrini avrebbe subito denunciato e fatto scoprire gli autori.

Giorgio5819

Dom, 03/02/2019 - 15:09

Quando l'Italia deciderà di ripulirsi dallo schifo comunista in circolazione, sarà sempre troppo tardi.

Ritratto di navajo

navajo

Dom, 03/02/2019 - 16:08

Ignoranza e idiozia senza limiti. Poi questi infami dicono che i fassisti sono quelli di Casa Pound.

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 03/02/2019 - 16:11

Il male assoluto del mondo sono stati i comunisti e lo saranno sempre. Il giorno che non nasceranno più il mondo intero ne gioverà. E tutti i popoli faranno una grande festa di liberazione.

fifaus

Dom, 03/02/2019 - 19:20

solo vigliacchi