Milano

Sfida all'ultima pallina tra i campioni di flipper per il titolo mondiale

È la prima finale italiana: 64 i big in gara Tre categorie per epoca: «Old», «Mid» e «New»

Lorenzo Pardini

Per chi ha superato i 40 anni evoca ricordi straordinari, ma per 64 giocatori, provenienti da ogni parte del pianeta, sarà più di un «divertimento». Da venerdì, e fino a domenica, per la prima volta in Italia, nello show room Double Pinball di Sweet Games di Assago (Milano) si assegnerà il il titolo di campione del mondo di flipper sportivo.

Il torneo maschile (da tre anni esiste anche un mondiale femminile, che si svolge separatamente), prevede una prima fase di qualificazione, ed una seconda ad eliminatorie cui accederanno i migliori 32 classificati. Ad Assago verranno allestiti 100 flipper di categorie «old», «mid» e «new», a seconda dell'epoca storica cui appartengono e della tecnologia impiegata (dagli elettromeccanici ai più recenti con display Lcd): 60 saranno adibiti alle gare, mentre gli altri 40 saranno disponibili in modalità free-to-play, a disposizione dei partecipanti per sessioni di riscaldamento.

La prima fase sarà a gironi, mentre la seconda cui accederanno i migliori 32 sarà ad eliminazione diretta: in questo caso i giocatori si sfideranno al meglio delle 7 partite, ciascuna delle quali si vince ottenendo il punteggio più alto con l'utilizzo di sole 3 palline, senza dunque «extra ball». A valutare il corretto svolgimento del torneo saranno 4 giudici, più 1 supergiudice che avrà l'ultima parola in caso di contestazioni che riguardano eventi quali spegnimento o malfunzionamento del flipper, palline incastrate, mancata assegnazione di un punteggio e così via.

Ad assegnare il titolo di campione mondiale sarà la International Flipper Pinball Association che organizza il torneo, in collaborazione con IFPA Italia. «Portare il mondiale per la prima volta in Italia commenta Alessio Crisantemi, Country Director Italia di IFPA e Presidente di IFPA Italia -, non è stato facile, ma è il punto di arrivo di un lavoro iniziato nel 2014 con l'organizzazione degli europei nel nostro Paese. Il movimento italiano è cresciuto e quest'anno si giocheranno il mondiale tre nostri giocatori: Daniele Acciari, 34 anni di Rocca di Papa (Roma), è tra i favoriti, visto che ha già vinto quattro volte il titolo, ma hanno buone chance anche Roberto Pedroni e l'outsider Danny Iuliano. I più temibili naturalmente sono gli americani e in particolare Raymond Davidson, che guida la classifica mondiale e ha vinto gli ultimi due titoli, e Keith Elwin vera e propria leggenda del flipper, ma anche gli avversari svedesi.

Commenti