Smog, una scatola nera per far circolare anche i vecchi furgoni

Accordo con le associazioni degli ambulanti Un bonus di chilometri anche per gli Euro 0

Marta Bravi

Gli ambulanti potranno installare la «scatola nera» Move-In entro il 31 marzo. Lo prevede l'accordo tra Regione Lombardia, Fiva-Confcommercio e Apeca e Anva Confersercenti, in sostanza le associazioni che rappresentano gli ambulanti. Si scrive Move In si legge MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti, una sorta di «scatola nera» che consente ai veicoli soggetti a limitazioni in Regione (Benzina Euro 0, Diesel Euro 0, 1, 2 e 3) di circolare a qualsiasi ora e in qualsiasi giorno, con un limite chilometrico annuo (dai 1500 ai 9mila chilometri). Il progetto sperimentale offre ai proprietari dei veicoli la possibilità di passare a un regime di limitazioni delle percorrenze parametrato rispetto alla classe emissiva del proprio veicolo.

La scatola nera rileva i chilometri percorsi dal veicolo e lo stile di guida: tramite un'app si possono monitorare i dati registrati, accedere a bonus chilometrici aggiuntivi in caso di guida eco-friendly. L'accordo siglato ieri prevede un'adesione coordinata e massiva da parte di tutti gli associati a Fiva-Confocommercio e Apeca e Anva Confersercenti nei prossimi tre mesi. «Nella prossima Giunta - ha annunciato l'assessore all'Ambiente Raffaele Cattaneo - proporremo un atto che consentirà di prorogare la scadenza di validità della deroga prevista per gli ambulanti dal 31 dicembre al 31 marzo, a fronte dell'impegno delle associazioni di favorire l'adesione a Move-In a tutti gli operatori del commercio ambulante». Quanto all'applicabilità dell'accordo anche nel capoluogo, Cattaneo ha risposto: «Milano ha già delle norme per gli ambulanti e già abbiamo raggiunto l'accordo con il Comune per Move-In in area B. Prenderò contatto con l'assessore alla Mobilità Marco Granelli per armonizzare le misure, ma credo che le norme già esistenti consentano di operare anche all'interno del Comune di Milano».

Il progetto consentirà agli operatori di percorrere la somma dei chilometri concessi annualmente nell'arco del triennio e di muoversi per recarsi ai mercati anche in caso di limitazioni temporanee.

Per gli autonegozi e gli automarket, in ragione del loro limitato numero (circa 500 in tutta la Lombardia), degli elevati costi di allestimento e della difficoltà di reperirne di nuovi in tempi brevi, sarà prevista l'assimilazione ai veicoli di classi Euro superiori (Euro 0 assimilati a Euro 2 e Euro 1 e 2 assimilati a Euro 3) se aderiranno entro il 31 marzo. Ciò consentirà la percorrenza di 6000 chilometri l'anno per i veicoli Euro 0 e di 9000 chilometri l'anno per i veicoli Euro 1 e 2.

«Regione Lombardia ancora una volta risponde alle necessità di chi lavora e di chi dà un contributo positivo allo sviluppo economico - ha proseguito l'assessore Cattaneo - salvaguardando allo stesso tempo l'ambiente. Migliorare la qualità dell'aria è una delle priorità di questa amministrazione da conciliare però con le esigenze del mondo produttivo. Ricordo inoltre che stiamo sostenendo con incentivi la sostituzione dei veicoli commerciali con nuovi veicoli a minor impatto inquinante. Con questo accordo stiamo dimostrando come i problemi si risolvono con il confronto e l'ascolto». «Grazie alla collaborazione con l'assessore Cattaneo, al confronto e al buon senso con i rappresentanti degli ambulanti - ha commentato l'assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli - si è trovata una sintesi per la tutela dell'ambiente e la salvaguardia del lavoro e del commercio in un periodo difficile».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.