Il 100esimo anniversario del Pcc: l'intervento di Xi Jinping

Nella cornice di Piazza Tian’anmen, Xi Jinping ha celebrato il 100esimo anniversario della fondazione del Partito Comunista Cinese con un importante discorso

Il 100esimo anniversario del Pcc: l'intervento di Xi Jinping

Il primo luglio, in Piazza Tian’anmen, si è svolta la Cerimonia celebrativa per il centenario della fondazione del Partito Comunista Cinese (PCC). Più di 70 mila persone e rappresentanti di tutti settori hanno assistito all’evento. Xi Jinping, segretario generale del Comitato centrale del PCC e capo di Stato cinese, ha pronunciato un discorso nel quale ha sottolineato che nei 100 anni trascorsi, il PCC ha presentato al popolo e alla storia un’eccellente pagella.

I risultati conseguiti e i prossimi obiettivi

Adesso il Partito, solidarizzando e guidando il popolo cinese, ha cominciato il cammino per la realizzazione dell’obiettivo del secondo centenario. Rivedendo il passato e prevedendo il futuro, sotto la guida decisiva del PCC con la solidarietà dei cittadini cinesi di tutte le etnie, saranno certamente realizzati l’obiettivo dell’edificazione di un Paese socialista moderno e potente e il sogno della grande rinascita della nazione cinese.

In rappresentanza del Partito e del Popolo, Xi ha inoltre dichiarato che grazie al continuo impegno dell'intero Partito e di tutto il popolo, la Cina ha realizzato l’obiettivo del primo centenario con l’edificazione di una società moderatamente prospera e la storica eliminazione della povertà estrema. Attualmente, la Cina sta avanzando con grande determinazione verso l'obiettivo di completare la costruzione di un Paese socialista moderno e potente, e questa è la grande gloria della nazione cinese, del popolo cinese e del PCC.

La rinascita della Cina

Xi Jinping ha affermato che per cento anni il Partito Comunista Cinese ha unito e guidato il popolo cinese in tutte le sue lotte, nei suoi sacrifici e nelle sue imprese; in altre parole, nella realizzazione della grande rinascita della nazione cinese.

Il presidente ha sottolineato che la nazione cinese è riuscita nell’impresa di compiere un grande balzo partendo prima dall’alzarsi in piedi e arrivando poi ad arricchirsi e a rafforzarsi. In questo modo essa è entrata nell’irreversibile processo storico della realizzazione della sua grande rinascita.

Il presidente Xi ha quindi evidenziato che i risultati ottenuti nei primi 100 anni del PCC sono dovuti alla lotta solidale di tutti i membri del PCC, di tutti i cittadini e di tutta la nazione. Il presidente ha poi dichiarato che i comunisti cinesi, con Mao Zedong, Deng Xiaoping, Jiang Zemin e Hu Jintao in qualità di loro principali rappresentanti, hanno offerto un contributo eccezionale, degno di essere iscritto nella storia alla grande rinascita della nazione cinese, e ha rivolto loro i suoi rispettosi omaggi.

Il ruolo del Partito

Allo stesso tempo, Xi Jinping ha anche reso omaggio alle vecchie generazioni di rivoluzionari e martiri che hanno contribuito in modo importante alla rivoluzione, all’edificazione, alla costruzione, alla riforma della Cina e insieme alla fondazione, al consolidamento e allo sviluppo del PCC. Il capo di Stato cinese ha poi ricordato anche tutte quelle persone mosse da alti ideali che hanno combattuto con tenacia per l’indipendenza nazionale e per la liberazione del popolo nei tempi moderni.

Nel suo discorso, Xi Jinping ha sottolineato che occorre insistere nella forte guida del Partito Comunista Cinese; fare in modo che il marxismo si adatti meglio alle esigenze della Cina; rendere solidale e guidare il popolo cinese nella costante lotta per realizzare una vita migliore; continuare a sviluppare il socialismo con caratteristiche cinesi insistendo sulla teoria, sulla linea e sulla strategia fondamentale del Partito e continuare a procedere a testa alta sulla strada che il Paese ha scelto per sé stesso, tenendo nelle mani il proprio destino, sviluppo e progresso.

Il capo di Stato cinese ha poi detto che è necessario accelerare la modernizzazione della difesa nazionale e dell’esercito, realizzare il rafforzamento militare per portare le sue forze armate ad uno standard di livello mondiale; in questo modo sarà possibile salvaguardare - con una capacità sempre migliore e mezzi più affidabili - la sovranità, la sicurezza e gli interessi di sviluppo della Cina. Xi Jinping ha aggiunto che la Cina dovrà tenere alta la bandiera di pace, dello sviluppo, della cooperazione e del mutuo beneficio, seguire le politiche diplomatiche pacifiche indipendenti e autonome, promuovere l’edificazione di una comunità umana dal futuro condiviso e lo sviluppo di alta qualità dell’iniziativa congiunta "Belt and Road". Xi Jinping ha poi parlato dell’importanza di insistere nella politica di “Una sola Cina” e sul Consenso del 1992, portando avanti la riunificazione pacifica della patria.

A nome del Comitato Centrale del PCC, Xi Jinping ha rivolto a tutti i membri del Partito l'appello del Comitato Centrale del PCC a mantenere sempre legami reali con il popolo, e a mantenere con lui una comunanza di pensiero e a continuare gli incessanti sforzi per realizzare il desiderio di una vita migliore per tutti i cittadini.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti