Accoltellati alle Maldive 3 stranieri: l'attacco rivendicato da simpatizzanti dell'Isis

In un video, tre uomini che si dichiarano simpatizzanti dell'Isis hanno rivendicato l'attacco: "Il governo delle Maldive è guidato da infedeli". Le immagini al vaglio della polizia

Tre stranieri sono stati accoltellati alle Maldive. Nel mirino degli aggressori sono finiti due uomini cinesi e un australiano. L'attacco è stato rivendicato da un gruppo affiliato all'Isis.

La sera dello scorso martedì, tre stranieri sono stati accoltellati, tra le 19.00 e le 20.00, mentre si trovavano sull'isola di Hulhimalè, situata vicino alla capitale Male. Si tratterebbe, secondo quanto riporta Sbs, di un turista cinese e di altre due persone che lavorano in città, un australiano e un cinese. Ad annunciare l'accoltellamento è stata la polizia, che ha specificato: "Le vittime sono state trasportate in ospedale e ora sono in cura" e le loro condizioni sarebbero stabili.

Sui social è stato condiviso un video che mostra un uomo in motorino, con la schiena insanguinata. Secondo l'Abc, si tratterebbe dell'australiano, le cui condizioni non erano gravi e che sarebbe arrivato in ospedale in sella al motorino. Ieri, la polizia delle Maldive ha arrestato due persone, sospettare di essere gli autori dell'attacco di martedì.

Le indagini sono ancora in corso, ma la polizia sta verificando la veridicità di un video che circola sui social. Le immagini mostrano tre uomini che, con il volto coperto, rivendicano l'attacco, dichiarandosi simpatizzanti dell'Isis. In particolare, uno di loro punta il dito contro il governo delle Maldive, accusato di essere "guidato da infedeli". L'accoltellamento, affermano, sarebbe stato fatto per colpire il turismo e, per questo, hanno annunciato nuovi attacchi.

Un esperto di movimenti estremisti ha dichiarato a The Guardian che sempre più persone stanno lasciando le Maldive, per unirsi all'Isis o ad altri gruppi estremisti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.