"Adulti si spogliano davanti ai bambini". Show olandese nella bufera per pedofilia

Il programma per bambini sarebbe diretto, a detta degli autori, a educare i più piccoli riguardo al corpo umano e alle differenze tra fisico e fisico

"Adulti si spogliano davanti ai bambini". Show olandese nella bufera per pedofilia

È polemica in Olanda per un programma televisivo per bambini, accusato di essere “pro-pedofilia”, in cui si vedono degli adulti spogliarsi in studio davanti a un pubblico di ragazzini, con questi minori che fanno poi ai primi domande sul corpo umano. Il programma in questione, riporta il Daily Mail, si chiama Simply Naked ed è stato prodotto e pubblicizzato dall’emittente pubblica Nos. La platea di bambini che assiste a tale spogliarello, in base alle anticipazioni del programma, è composta da ragazzi con età dai 10 ai 12 anni e, a detta dei produttori del programma, questo sarebbe diretto a mostrare ai più piccoli com’è fatto un corpo umano. Gli stessi autori del programma continuano inoltre ad assicurare che nello show non sono permesse domande sul sesso, ma, nonostante tale strenua difesa del programma tv incriminato, quest’ultimo non smette di creare polemiche.

Le pubblicità della nuova trasmissione hanno immediatamente indignato numerose associazioni di genitori, secondo cui i bambini che assistono nello studio tv allo spogliarello si sentirebbero a disagio e turbati. A sostegno di questa tesi, le stesse associazioni fanno riferimento alla frase pronunciata, in uno degli spot pubblicitari di Simply Naked, da uno dei minorenni presenti in platea durante le riprese dello show, che, alla vista dei corpi nudi degli adulti, esclama appunto: “Questo non è uno spettacolo che dovrei vedere”. La trasmissione si è inoltre attirata le critiche di un fronte politico trasversale, con i conservatori che l’accusano apertamente di inneggiare alla pedofilia, mentre i parlamentari di sinistra bollano invece il programma come “ridicolo”.

A difesa dello show sono scesi in campo volti noti della televisione olandese e rappresentanti dell’emittente di Stato. Il presentatore Edson da Graça ha infatti ribadito l’intento educativo di Simply Naked, affermando che la trasmissione incriminata punta a insegnare ai più piccoli che “ogni corpo umano è diverso dall’altro e che non tutti i fisici sono perfetti”. A sostegno dello show è intervenuta anche Elsbeth Reitzema, che ha collaborato con i produttori del programma in qualità di membro della Fondazione Rutgers per il benessere sessuale. A detta della Reitzema, bambini che osservano i corpi nudi di gente qualunque imparerebbero a sviluppare un’idea di corpo umano “più positiva”, piuttosto che venire bombardati con le immagini semi-pornografiche e distorte diffuse da alcuni canali televisivi o siti Internet. L’emittente pubblica Nos ha infine emesso un comunicato con cui dice che si aspettava un putiferio simile, ma in cui difende comunque la propria scelta di mandare in onda Simply Naked evidenziando che la realizzazione del programma citato sarebbe stata fatta con “estrema cautela” proprio per salvaguardare la sensibilità dei più piccoli. La nota in questione termina poi così: “Sta alla fine ai genitori decidere cosa fare vedere in televisione ai loro figli”.

Gli autori di Simply Naked affermano di avere realizzato il programma prendendo spunto da uno spettacolo simile da anni in onda in Danimarca: Ultra smider tøjet (Ultra spogliarello). Anche in questa trasmissione nordica si vedono adulti spogliarsi davanti a dei bambini, dato che, a detta degli ideatori della serie tv scandinava, l’educazione tipica danese dei più piccoli stabilisce che questi ultimi devono essere messi quotidianamente davanti alla cruda realtà. Proprio in nome di tale modello educativo, dei bambini, in una puntata del programma danese risalente al 2014, sono stati fatti assistere, allo zoo di Copenaghen, all’abbattimento di una giraffa, per poi vedere come l’animale morto veniva fatto a pezzi e quindi dato in pasto ai leoni della struttura.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento