Agenti sulle tracce di Cherif: vano il maxi blitz a Strasburgo

Vasta operazione nel quartiere Neudorf dove il killer ha fatto perdere le sue tracce. Nel covo trovate scritte pro Jihad

Agenti sulle tracce di Cherif: vano il maxi blitz a Strasburgo

Da ormai due giorni la gendarmeria francese setaccia Strasburgo alla ricerca di Cherif Chekatt. Ma del killer che martedì sera ha sparato tra la folla al mercatino di Natale della città non c'è traccia.

Anche l'imponente operazione di oggi a Neudorf va a vuoto. Le forze dell'ordine, sostenute dai corpi speciali del raid, hanno bloccato la strada con numerosi veicoli ed effettuato verifiche in un domicilio, mentre un drone sorvolava le abitazioni. Ma alla fine il blitz si è concluso senza arresti. Il giornale online Dernieres Nouvelles d'Alsace parla di altre due operazioni, una nel quartiere di Meinau, su avenue de Normandie, e l'altra in rue du Doubs a Plaine-des-Bouchers.

"Si tratta di controlli ì, come ce ne sono diversi da 36 ore a questa parte", ha detto il ministro dell'Interno Cristophe Castaner in Senato, "Lasciamo che l'indagine vada avanti". Da martedì sera sulle tracce di Cherif sono stati messi oltre 700 tra gendarmi e militari. Ma il killer sembra introvabile: non è escluso che sia già fuggito all'estero, forse nella vicina Germania.

Intanto, emerge che martedì mattina - prima che l'attentato iniziasse - la polizia avesse perquisito l'appartamento del 29enne, dove è stata trovata una scritta che inneggia alla jihad. Qualche ora prima dell'attacco, infatti, gli agenti erano andati in casa sua in rue Tite-Live per arrestarlo per altri reati.

Commenti