"Allah akbar" poi le coltellate all'agente: a Cannes assalitore con permesso di soggiorno italiano

L’episodio è accaduto questa mattina, intorno alle ore 6.30, a Cannes, davanti a un commissariato di pubblica sicurezza

Coltellate all'agente in nome di Maometto: ancora sangue in Francia

Ha invocato il profeta Maometto prima di accoltellare un poliziotto, ma non ha fatto in tempo a portare a termine il suo disegno criminale, poiché è stato ferito gravemente da un altro agente di polizia. L’episodio è accaduto questa mattina, intorno alle ore 6.30, a Cannes, in Francia, davanti a un commissariato di pubblica sicurezza. L’attentatore, secondo le prime ricostruzioni, è spuntato improvvisamente dal nulla, ha aperto la portiera della vettura delle forze dell’ordine e ha aggredito uno dei poliziotti. In macchina erano presenti in tutto tre agenti, ma lo stesso agente colpito ha reagito sparando alcuni colpi di pistola all’indirizzo del criminale, ferendolo gravemente.

Adesso l’uomo è in pericolo di vita ricoverato in ospedale. Si tratta, come riporta il quotidiano Le Figaro, di un algerino di 37 anni, con permesso di soggiorno italiano, rilasciato dalla questura di Napoli, il cui nome è Lakhdar Benrabah. L'assalitore sarebbe entrato legalmente in Francia nel 2020 attraverso l'aeroporto di Nizza. Era sconosciuto alle forze dell'ordine. Non era seguito perché non considerato a rischio per la sicurezza dello Stato. Nel 2008 era sbarcato a Cagliari. Il permesso di soggiorno è stato convertito a tempo indeterminato nel 2018. Il 37enne non risulta avere precedenti penali o di polizia. Il suo titolo gli ha consentito di muoversi liberamente all'interno dell'area Schenghen e di avviare attività lavorativa anche in altri Paesi.

L’agente accoltellato, in ogni caso, è stato salvato dal giubbotto antiproiettile, grazie al quale ha riportato leggere ferite. La notizia è stata resa pubblica dal ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin che ha scritto di Twitter: “L'aggressore è stato neutralizzato. Mi reco immediatamente sul posto questa mattina è garantisco tutto il mio sostegno alla polizia e alla città di Cannes”. Per l'attacco all'arma bianca contro il poliziotto, fin dal primo momento, è stata ipotizzata la pista terroristica. Il sindaco della città, David Lisnard, ha specificato che l'attentato è avvenuto nei pressi della stazione di polizia centrale. Sull’episodio è intervenuto anche il primo cittadino di Nizza Christian Estrosi, il quale ha espresso la sua solidarietà agli agenti di Cannes.

“In Francia c'è attualmente una banalizzazione del terrorismo”, ha affermato ai microfoni dell'emittente televisiva BfmTv la leader del Rassemblement National e candidata alle prossime elezioni presidenziali Marine Le Pen, commentando l'attentato di questa mattina. "Nel Paese – ha continuato l’esponente della destra –ci sono regolarmente dei tentativi di attentati, ma le persone schedate come sospette islamiste non sono espulse dalla Francia in modo sistematico".

Commenti