Mondo

Airbus, il procuratore: "Prima del brevetto tentò il suicidio"

Secondo gli inquirenti il copilota tedesco prima di prendere il suo brevetto di volo avrebbe tentato il suicidio. La procura: "Era in cura per tendenze suicide"

Airbus, il procuratore: "Prima del brevetto tentò il suicidio"

Il co-pilota della Germanwings, Andreas Lubitz, "prima di ottenere il brevetto di volo, era stato sottoposto a sedute di psicoterapia per un tentativo di suicidio". A riferire il precedente inquietante è il procuratore di Dusseldorf, Christoph Kumpa. "Non ci sono prove che il co-pilota abbia annunciato precedentemente le proprie intenzioni»"di schiantarsi con l’aereo sulle Alpi francesi "e non abbiamo trovato lettere che contengano una confessione da parte del co-pilota", ha spiegato il procuratore.

La clinica universitaria di Duesseldorf, in Germania, ha consegnato la cartella medica di Andreas Lubitz alla procura della città, incaricata di indagare sul disastro aereo provocato dallo stesso Lubitz martedì scorso sulle Alpi francesi. Lo ha
annunciato una portavoce della clinica, affermando solamente che la cartella è stata consegnata agli investigatori e senza aggiungere altro, per rispetto del segreto professionale. Venerdì la clinica aveva reso noto che Lubitz, copilota del volo Germanwings precipitato in Francia con altre 149 persone a bordo, era stato paziente della struttura a febbraio e l'ultima volta il 10 marzo. Non sono stati rivelati dettagli del motivo per cui Lubitz fosse stato ricoverato, ma è stato precisato che le notizie che parlavano di una profonda depressione sono errate. Adesso a quanto pare il motivo è stato chiarito. Lubitz aveva tentato il suicidio e per questo motivo era in cura. Fino a quando non ha deciso di schiantarsi con un Airbus sulle Alpi ucciendo 149 persone.

Commenti