Arabia Saudita, attore in manette. "Si faceva selfie con le donne su Fb"

Qualche foto è stata sufficiente per farlo arrestare. Le accuse? Disturbo della quiete e "abuso dei social"

Arabia Saudita, attore in manette. "Si faceva selfie con le donne su Fb"

"Disturbo all'ordine pubblico, commistione illecita con donne non sposate e abuso di social network" sono le accuse che pendono sull'attore saudita Abdulaziz al-Kassar fermato dalla polizia religiosa a Riad in Arabia Saudita. L'attore, che normalmente vive in Kuwait, si trovava in Arabia per lavoro quando è stato arrestato per aver scattato alcuni selfie con donne nubili in un centro commerciale.

"Avevo chiesto alle mie follower su Snapchat quale fosse il miglior centro commerciale e mi hanno raccomandato Al-Nakhell, così ho accolto il loro suggerimento e annunciato sui social media che sarei andato lì" spiega ad una tv locale l'attore che ha poi cercato di giustificarsi dicendo che non poteva controllare le fan: "Voglio chiarire che la presenza di ragazze nello shopping center non è stata una cosa che potevo controllare. Quando sono entrato sono stato circondato dalle fan finché qualcuno non mi ha trascinato in una stanza che, ho appreso, era riservata alla polizia religiosa".

Per al-Kassar la colpa è dei dirigenti del centro commerciale "Non mi hanno detto di stare alla larga e che se non le avessi incontrate sarebbe stato meglio". L'attore è stato rilasciato su cauzione ma dovrà attendere la decisione della giustizia islamica prima di lasciare il Paese.