Mondo

Atene, l'avvocato dei migranti aggredita da Alba Dorata

"Abbiamo chiesto aiuto, nelle vicinanze c’erano degli agenti ma non sono intervenuti. Poi mi hanno detto di calmarmi e di sciacquarmi il viso"

Atene, l'avvocato dei migranti aggredita da Alba Dorata

Occhiali rotti e volto coperto di sangue. Evgenia Kouniaki, l'avvocato greca nota per aver difeso molti migranti, è stata aggredita mercoledì scorso da un gruppo di estremisti di Alba Dorata nel centro di Atene.

La donna è stata colpita da un gruppo di dodici persone mentre scendeva da un autobus e si stava dirigendo in tribunale per assistere un pescatore egiziano. L'uomo è uno dei testimoni chiave nel processo contro il partito di estrema destra Alba Dorata per aggressioni ad attivisti di sinistra e a migranti.

Come riporta il quotidiano greco Ekathimerini, Kouniaki e un'altra donna che era in sua compagnia sono risalite sull’autobus, urlando perché l’autista richiudesse subito le porte. Un uomo del gruppo è riuscito comunque a raggiungerle e a colpire l’avvocato sul viso con un pugno.

"Abbiamo chiesto aiuto, nelle vicinanze c’erano degli agenti ma non sono intervenuti. Poi mi hanno detto di calmarmi e di sciacquarmi il viso", ha raccontato Evgenia Kouniaki. Come ricorda il Corriere, l'avvocato in passato era stata legale in un procedimento penale contro il leader di Alba Dorata, Nikolaos Michaloliakos.

Commenti