Ora l'Austria chiude all'Italia: ecco la "mannaia" sul turismo

Austria e Germania annunciano l'allentamento delle restrizioni alle frontiere, ma non con il nostro Paese. Kurz gela il governo: "Nessuna prospettiva per l'apertura dei confini con l'Italia". E i corridoi ora ci condannano

"Ho sentito tanti operatori che hanno segnalato il pericolo di accordi tra Paesi europei sul turismo, il flusso maggiore per l'Italia è quello dei cittadini tedeschi, ieri ci siamo mossi e dalla Germania ci è stato assicurato che non faranno accordi bilaterali con nessun Paese", ha fatto sapere ieri Luigi Di Maio, ospite di Mario Giordano a Fuori dal Coro, su Rete4. Per il ministro degli Esteri italiano, insomma, il pericolo che da Berlino, Francoforte e Monaco di Baviera possano essere aperte corsie preferenziali verso le spiagge della Croazia o le montagne dell’Austria non ci sarebbe.

I termini di un'intesa per predisporre un "corridoio aereo turistico" tra Repubblica Ceca e Croazia erano stati discussi già a metà aprile dal premier ceco Andrej Babis e dal suo omologo Andrej Plenkovic. Il premier croato, poi, ne aveva parlato anche con altri leader europei, compresa la cancelliera tedesca, Angela Merkel e quello austriaco Sebastian Kurz. I "corridoi Covid-free", come sono stati ribattezzati, minacciano di togliere a Italia, Francia e Spagna, una buona fetta di turisti teutonici che ogni anno arrivano a godersi la bella stagione nel nostro Paese. Viaggiatori che ora, sulla base di accordi bilaterali, potrebbero optare per spostarsi in sicurezza nei Paesi mitteleuropei, meno colpiti dall'epidemia e raggiungibili anche con mezzi privati, limitando al minimo il rischio contagio.

Per scongiurare questa eventualità lunedì scorso il ministro del Turismo, Dario Franceschini, ha chiamato personalmente l’omologo tedesco, Thomas Bareiss. Un colloquio "cordiale", fanno sapere le agenzie di stampa, in cui "è stata manifestata piena coincidenza di vedute sulla priorità da accordare all'adozione di regole sanitarie e di sicurezza comuni a livello europeo per consentire spostamenti turistici all'interno dell'Unione". Il ministro tedesco ha confermato che la Germania "ha ricevuto proposte per la creazione di corridoi turistici da alcuni Paesi europei", ma ha escluso che Berlino possa concludere intese di questo tipo. Ci vogliono "comuni soluzioni europee", ha convenuto Bareiss.

Ma per ora i fatti dicono il contrario. Vienna, infatti, ha annunciato che da venerdì prossimo verranno allentate le restrizioni ai valichi con la Germania, per arrivare a revocare totalmente i controlli il prossimo 15 giugno. Lo stesso farà Berlino, anche alle frontiere con Danimarca, Francia, Lussemburgo e Svizzera. Il Belpaese, invece, sul confine orientale resterà isolato fino a data da destinarsi. Al termine del Consiglio dei ministri di oggi, infatti, il cancelliere Sebastian Kurz ha gelato il governo italiano:"Alla luce del numero dei contagi ancora molto elevati non vi è alcuna prospettiva di aprire presto i confini con l'Italia".

In mattinata la ministra del Turismo austriaca Elisabeth Kostinger aveva fatto sapere che per recarsi in Italia e in altri luoghi di vacanza come Spagna e Grecia ci sarebbe voluto "un po’ più di tempo". Anche alla luce del fatto che, ha sottolineato sempre Kostinger, "il traffico aereo rimarrà molto limitato". Un approccio comune a livello europeo è "assolutamente auspicabile", ha detto la ministra. Ma il Brennero resta chiuso. E la decisione di Vienna, di fatto, mette all'angolo il nostro Paese.

Sarà impossibile per i turisti tedeschi o austriaci, raggiungere l’Italia in auto o in treno, almeno fino alla metà giugno. Non solo. In un’intervista alla radio Orf, citata dall’Huffington Post, la Kostinger imputa la decisione di rimandare la riapertura del confine italiano al fatto che nel nostro Paese vigano ancora le "limitazioni agli spostamenti interni". Il futuro, ha aggiunto, "dipenderà dai tassi d’infezione", annunciando, per contro, il progressivo allentamento delle restrizioni anche alle frontiere con Repubblica Ceca e Slovacchia, due dei Paesi coinvolti nelle discussioni per la creazione dei "corridoi anti-Covid".

A casa nostra, intanto, l’opposizione insorge. Dopo la Lega ora è Fratelli d’Italia a depositare un’interrogazione alla Commissione europea per protestare contro "il gravissimo problema dei corridoi creati da Austria, Germania, Repubblica Ceca, Slovenia e Croazia per dirottare il flusso turistico proveniente dai Paesi del Nord Europa verso le spiagge della ex Jugoslavia". "Tale esclusione – ha denunciato l’eurodeputato Sergio Berlato - costerebbe all'Italia una diminuzione di circa il 73 per cento del fatturato, nonché la perdita di milioni di posti di lavoro, oltre che di circa 25 milioni di turisti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 14/05/2020 - 10:18

C'era da aspettarselo, visto che i nostri confinanti e la solita Germania ci "amano" alla follia! Chissà se Giuseppi se ne sarà reso conto!

vincenzo

Gio, 14/05/2020 - 10:21

Un Paese che si rispetta con un governo con le palle,a questo punto favorirebbe ponti aerei con la Russia e l'America....austriaci e tedeschi solo col visum in Italia

ulio1974

Gio, 14/05/2020 - 10:24

ma se non c'è la libera circolazione interregionale in Italia, perchè dovrebbero venire turisti dall'estero???

ulio1974

Gio, 14/05/2020 - 10:25

prima lasciamo che un milanese possa andare al mare almeno in Liguria o Romagna, poi potremo aspettarci di permettere che arrivino anche tristi stranieri.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 14/05/2020 - 10:26

E noi non andremo in Austria, pazienza, tanto a Natale sono chiusi tutti. Inoltre, se si va in bagno in un ristorante che pretende di essere chic ma era soltanto scandalosamente caro, si rischia di vedersi arrivare al tavolo la donna delle pulizie a chiederti a muso duro davanti a tutti di pagare l'uso del cesso. Ma che raffinati

mcm3

Gio, 14/05/2020 - 10:27

Ma c'è poco da polemizzare, da stupirsi, chi di noi, non italiano, andrebbe ora in vacanza in Italia ?

Giorgio5819

Gio, 14/05/2020 - 10:37

Risultato dell'inettitudine spocchiosa degli abusivi che governano l'ITALIA. La sporcizia di questo governo sarà dura da ripulire per anni. VERGOGNOSI. Elezioni e un presidente della Repubblica che sia degno della nazione.

bruno monferrà

Gio, 14/05/2020 - 10:38

Errore: Slovenia (pochi km di costa) e Croazia (tutto il resto fino alle Bocche di Cattaro) non hanno "spiagge" ma solo costa rocciosa spacca-piante-dei-piedi e qualche metro di ghiaia riportata vicino agli hotel; ospitalità ruvida e raffazzonata (tipo dopolavoristico di buona memoria); praticamente assenti location di cultura che non siano quelle classiche romane e veneziane, che loro con imbarazzo ribattezzan come "mediteranske". Non so cosa ci guadagnino i tedeschi, a parte qualche euro di sparagno...

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 14/05/2020 - 10:40

mcm3 - 10:27 Stanno preparando il terreno per l'estate e non per ora a maggio, per fregarci.

aldoroma

Gio, 14/05/2020 - 10:42

Il nostro governo che fa? Nulla... Pensa ai migranti

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Gio, 14/05/2020 - 10:57

L'Italia chiuda tutti i confini con l'Austria al traffico di TIR provenienti dai paesi del Nord. Poi vediamo come la mettiamo.

ste2479

Gio, 14/05/2020 - 11:02

se lo dice giggino che la germania non farà un accordo con la crozia possiamo dormire sogni tranquilli.... ahhahaha

ste2479

Gio, 14/05/2020 - 11:12

@bruno monferrà ai tedeschi la cultura non importa nulla, a loro importa spendere il meno possibile e andare in stati stranieri dove sfoggiare la loro presunta superiorità. hanno abbandonato la riviera romagnola non da oggi, ma da 30 anni. per spostarsi in spagna, grecia e croazia dove spendono la metà. Non li importa neanche mangiare bene...per loro un piatto di pasta scotta condita con il ketchup è giùà un piatto di alta cucina.

adal46

Gio, 14/05/2020 - 11:28

In sostanza: noi siamo i primi della classe ma l'Europa ci considera come il 2 di picche quando non è briscola....

mimmo1960

Gio, 14/05/2020 - 11:31

Dicevano i politici di sinistra durante il governo giallo verde che la sinistra è considerata in europa, certo!!!

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 14/05/2020 - 11:43

Ma quale Tedesco andrebbe mai al mare in Italia dopo tutte le restrizioni che sono state instaurate sulle spiaggie? Nessun turista vuol finire in una specie di Lager. Belle ferie sarebbero! Da far accapponare la pelle anche a Luglio.

Ritratto di adl

adl

Gio, 14/05/2020 - 11:47

E noi per dispetto non vi mandiamo i pomodori, salvati da una sicura strage, grazie alla regolarizzazione di mezzo milione di migranti ......PAGA PANTALONE ITALIANO ed ora vi fregheremo anche un sacco di aspiranti turisti clandestini, che faranno decollare il nostro turismo crocieristico con quarantena, cura, lavatura e stiratura, grazie al MES, PANTALONE ITALIANO PAGANTE.

agosvac

Gio, 14/05/2020 - 12:11

Oserei dire che dei turisti tedeschi ed austriaci, essendo un turismo di gente che risparmia, l'Italia ne può benissimo fare a meno. Vadano in Croazia, a sporcare le loro spiagge con le colazioni al sacco! In Italia i turisti sono sempre arrivati ed arriveranno anche quest'anno e gli anni successivi. Germania ed Austria dimenticano troppo facilmente che l'Italia ha un patrimonio artistico e naturale senza pari al mondo.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 14/05/2020 - 12:16

e noi porti aperti. povera italia governata dalle zecche rosse abusive

Savoiardo

Gio, 14/05/2020 - 12:20

Governo di babbei! Chiedeteévi perché.Elezioni Elezioni.

caren

Gio, 14/05/2020 - 12:31

ste2479, cultura tedesca delle loro origini celtiche, dai Cimbri ai Teutoni. Non parliamo poi del "caffè" che bevono loro, una brodaglia scura e fredda, di mezzo litro almeno, servita nelle tazze alte.

killkoms

Gio, 14/05/2020 - 12:32

È meno male che volevano dare il loro passaporto agli altoatesini di lingua tedesca!

caren

Gio, 14/05/2020 - 12:35

mimmo1960, la sinistra se la suona e se la canta, purtroppo per noi.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 14/05/2020 - 12:36

Fa bene l'Austra a chiudere all'Italia. Così come l'Italia farebbe bene se chiudesse al resto d'Europa. Meglio ancora sarebbe se ogni nazione pensasse a se stessa senza fare affidamento sull'ipotetico aiuto degli altri. 'Autarchia' è la parola magica. Solo così si può crescere sulla retta via dell'evoluzione pragmatica. E' tempo che ogni paese ritorni a preservare il proprio, virtuoso orticello e lasciare perdere la speciosa ideuzza dell'unione eurodemenziale, la quale rimane il Male Assoluto concepibile.

caren

Gio, 14/05/2020 - 12:39

giangol, noi siamo i migliori, siamo buonisti, e piangiamo per i regolarizzati.

Gattagrigia

Gio, 14/05/2020 - 12:41

Vincenzo, evidentemente non conosce i turisti russi. Conoscendo un po’ i tedeschi, probabilmente quest’anno non si sposteranno dalla Germania, almeno ancora per qualche mese, poi voleranno nelle località balneari del Sud Italia, o del Centro, chi soffrirà saranno le località turistiche del Nord. La Germania offre bei posti per fare le vacanze, ma soprattutto i tedeschi si sentiranno più sicuri in patria, anche per motivi pratici quale la lingua

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 14/05/2020 - 12:52

Ma l'Italia si rifara' con l'arivo di migliaia di clandestini. Germania, Austria: tie'!

fedeverità

Gio, 14/05/2020 - 12:53

Torneranno,tranquillo!!!! Dove devono andare se vogliono bellezza e mare???!!!

Ritratto di anno56

anno56

Gio, 14/05/2020 - 13:06

Ma il personaggio che si spaccia per Ministro degli esteri cosa dice?

Malacappa

Gio, 14/05/2020 - 13:07

Se loro lo fanno perche'noi no

ilrompiballe

Gio, 14/05/2020 - 13:09

Francamente, stanti le restrizioni, non vedo perché debba andare in vacanza con mascherine, occhiali, distanziometro laser e magari certificato di buona salute. E poi col rischio di non poter tornare a casa a causa di una recrudescenza del virus (ci stanno vendendo anche questa).

gianf54

Gio, 14/05/2020 - 13:14

Dov'è Dimaiovairus, "ministro degli esteri"? E Conte, tenuto, evidentemente "in gran conto" dai tedeschi, austriaci, etc? Mettiamocelo bene in testa: con questo squallido governicchio di ignoranti raffazzonati non si va da nessuna parte (veramente si: nel baratro!!)

ItaliaSvegliati

Gio, 14/05/2020 - 13:38

Quelli dei CLANDESTINI verso l'italia però rimangono sempre aperti vero governo?

machimo

Gio, 14/05/2020 - 14:19

È certo, non vogliono clandestini chiaro. Ma in direzione diversa li rimportano in Italia e questo governo non chiude e li prende. Grazie mattarella per tutto il danno che commetti a questo paese.

killkoms

Gio, 14/05/2020 - 17:08

@alsikar,la provincia orientale chiuse le frontiere con l'Italia subito quando poi il virus ce lo aveva già in casa,in una località turistica del Tirolo!se me accorse l'Islanda dopo il contagio di una quindicina di suoi cittadini di ritorno da li!alla richiesta di informazioni islandese gli austriaci risposero che il contagio era avvenuto in aereo!

honhil

Gio, 14/05/2020 - 17:29

In questa Ue di carta pesta, dove ciascuno stato coltiva i propri particolarissimi interessi a danno degli altri stati membri, l’Austria inscatola lo Stivale ed è tutto normale. Anzi normalissimo. Ci soffoca economicamente e istituzionalmente, ed è, per tutti gli altri stati membri, cosa normale, doverosa e giusta. Per la semplice e sacrosanta giustificazione che nessuno dei partner si fida più di quest’Italia che sembra essere diventata il bancomat del terrorismo islamico da una parte e dall’altra, senza controllo alcuno: tra di loro potrebbe celarsi un profluvio di malavitosi di ogni genere e grado, regolarizza una fiumana di extracomunitari irregolari. Tutto per trovare la quadra ideologica tra i partiti che questo governo puntellano. Ma indifferenti alle decine di milioni di famiglie italiane precipitate nell’abisso di una povertà che non lascia spazio alla speranza. Anche la più tenue.

cir

Gio, 14/05/2020 - 19:03

Alsikar- Gio, 14/05/2020 - 12:36 : questa e' la verita', condivido pienamente !

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 15/05/2020 - 13:25

Per il ministro degli Esteri italiano, insomma, il pericolo che da Berlino, Francoforte e Monaco di Baviera possano essere aperte corsie preferenziali verso le spiagge della Croazia o le montagne dell’Austria non ci sarebbe,immagino sarete contenti che i tedeschi nno vengono più in Italia.