Cala popolarità di Seehofer: Tedeschi contro linea "anti-migranti"

La “linea dura” sui migranti decisa dal Ministro Seehofer non starebbe riscuotendo grandi consensi nell’elettorato tedesco. Solo il 27 % della popolazione condividerebbe l’intransigenza del politico bavarese

Cala popolarità di Seehofer: Tedeschi contro linea "anti-migranti"

Popolarità di Seehofer in calo. A sancire ciò sono gli ultimi sondaggi sul gradimento dei Tedeschi nei confronti degli esponenti del Governo Merkel. Il consenso elettorale della Cancelliera, inoltre, si starebbe gradualmente erodendo. La Merkel, tuttavia, continuerebbe a essere il leader politico più apprezzato dalla popolazione.

La popolarità di Seehofer sarebbe diminuita di quasi sedici punti percentuali rispetto alle rilevazioni precedenti. Secondo le analisi condotte dall’istituto Infratest dimap, soltanto il 27 % degli intervistati approverebbe l’intransigenza del Ministro dell’Interno circa la questione-migranti. Gli elettori non avrebbero apprezzato le decisioni unilaterali adottate finora dall’esponente della Csu: invio della Polizia ai confini meridionali della Germania, respingimento dei migranti sbarcati in precedenza nei Paesi dell’Europa del Sud, mancata partecipazione alle riunioni del Consiglio dei Ministri quale segno di protesta nei confronti della politica della Merkel. La contrapposizione tra Seehofer e la Cancelliera sembrerebbe avere danneggiato il primo e avvantaggiato la seconda. Il vertice dell’Esecutivo, infatti, godrebbe del consenso del 48 % degli elettori. Tuttavia, tale consenso si sarebbe ridotto di due punti percentuali rispetto ai sondaggi dei mesi scorsi. Un altro dato emerso dalle ricerche di Infratest dimap riguarda l’opinione dei cittadini nei confronti dell’attività dell’intero Governo. Gli individui insoddisfatti dalle scelte di quest’ultimo sarebbero aumentati del 15 %.

Le rilevazioni in questione hanno quindi certificato che la popolarità di Seehofer non si sarebbe rafforzata in seguito all’adozione, da parte dell’esponente Csu, di una “linea dura” in ambito migratorio. Egli, finora, aveva difeso il diritto degli Stati membri dell’Ue di rispondere con i propri mezzi al problema dell’afflusso di profughi nel “Vecchio continente”, mentre la Merkel aveva sempre sottolineato la necessità di concordare ogni soluzione con le istituzioni di Bruxelles. Secondo gli analisti, il Ministro dell’Interno avrebbe adottato tale “atteggiamento anti-immigrati” proprio al fine di racimolare consensi in vista delle consultazioni bavaresi di ottobre. Per il momento, il “decisionismo” di Seehofer non sembra essere stato molto apprezzato dall’opinione pubblica.