La campagna dell’esercito inglese per reclutare millennials giocatori cronici e dipendenti da smartphone

Adesso l’esercito britannico si rivolge ai burloni della classe, dipendenti da selfie e millennials.

L’esercito britannico ha messo in piedi una nuova campagna pubblicitaria per arrualare nuove reclute tra le giovani generazioni. Maniaci dei selfie, burloni della classe, “phone zombie” ed egocentrici millennials (“me, me, me, millennials”) sono i bersagli privilegiati della campagna. Suggestivamente intotalata “Your Army Needs You” (“il tuo esercito ha bisogno di te”), la campagna dell’esercito inglese mira a sensibilizzare le giovani generazioni all’impegno militare, riprendendo luoghi comuni e diffusi stereotipi sui giovani d’oggi.

“L’esercito vede le persone in maniera diversa e siamo fieri di andare oltre gli stereotipi e riconoscere le potenzialitá dei giovani, dalla compassione alla sicurezza in se stessi”, ha dichiarato il generale dell’esercito britannico, Paul Nanson. In altre parole, ció che la societá addita come elementi nocivi e fallimentari tipici dei giovani moderni - quali ad esempio, la dipendenza da smartphone, selfie e videogame – viene poi immediatamente trasformato in un punto di forza, una qualitá, una risorsa indispensabile per l’esercito britannico.

La campagna si rivolge infatti alla proverbiale “compassione” tipica dei giovani “snowflakes”, quei ragazzi e adolescenti ipersensibili e fragili, appartenenti alla cosidetta “generazione fiocco di neve”, costretti timidamente a farsi strada in un mondo ostile e minaccioso. Ma non solo. Bisognoso dell’estrema “sicurezza in se stessi” tipica dei “millennials” e della disarmante “concentrazione” degli “zombie da telefono”, l’esercito britannico mira anche all’irrefrenabile “istinto” dei giocatori cronici e alla “fiducia in se stessi” caratteristica dei dipendenti da selfie.

Indirizzata ai giovani di etá compresa tra i 16 e i 25 anni, l’attuale strategia di marketing dell’esercito inglese riprende la storica campagna pubblicitaria messa in piedi in occasione della prima guerra mondiale, il cui slogan “Your Country Needs You” rimane tuttora celebre. Dopo il fallimentare tentativo dello scorso anno, nel quale si invitavano alla leva anche le minoranze etniche, sessuali e religiose, l’attuale campagna viene salutata positivamente. Il secretario della difesa britannico, Gavin Williamson, ha definito la campagna una “potente chiamata all’azione rivolta a coloro che vogliono fare la differenza all’interno di una squadra innovativa e aperta a tutti”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.