Quella "censura" di Facebook sul dipinto di Eugène Delacroix

La "Libertà che guida il popolo" di Eugène Delacroix che per il social network costituisce un'immagine spinta al punto che arriva un bollino da censura sul seno

Quella "censura" di Facebook sul dipinto di Eugène Delacroix

Un dipinto, un simbolo, diventato "inappropriato" per Facebook. Stiamo parlando della "Libertà che guida il popolo" di Eugène Delacroix che per il social network costituisce un'immagine spinta al punto che arriva un bollino da censura sul seno della "Libertà". Immediata è scattata la protesta degli utenti soprattutto quelli francesi. E con le proteste è arrivata la risposta di Facebook che ha fatto retromarcia: "Per proteggere il nostro servizio verifichiamo milioni di immagini pubblicitarie e può capitare l'errore", ha fatto sapere il manager di Facebook a Parigi.

La Marianna simbolo della libertà francese è diventata dunque per qualche ora il simbolo della censura sul social. Ma la Marianna non è l'unica vittima di questo tipo di censura. Già in passato era stato censurato ad esempio "il bacio" di Rodin. Di fatto in passato un utente parigino aveva subito il blocco del prfilo dopo aver postato il dipinto di Gustave Coubert, "L'origine del mondo". Insomma a volte la censura di Facebook inciampa sull'arte che seppur osè resta pur sempre arte...