La Cina ha paura della Magna Carta

A Pechino bloccata la mostra di una rara copia originale dello storico documento firmato da re Giovanni Senzaterra nel 1215

Ottocento anni dopo la Magna Carta continua a spaventare chi non ha a cuore la libertà. Le autorità cinesi hanno vietato l’esibizione di una delle rarissime copie in pergamena del documento firmato da re Giovanni Senzaterra nel 1215, che stabiliva che il sovrano (e il governo) non sono al di sopra della legge.

Mostrare la prima "costituzione liberale", come scriveva ieri il Financial Times, potrebbe essere pericoloso dal punto di vista politico. L'esibizione era prevista nell'Università del Popolo di Pechino. Ma all'ultimo momento è saltata. La Carta potrà essere esposta in un luogo più defilato - e ovviamente meno accessibile -, l'ambasciata britannica a Pechino.

Ma è possibile che il regime cinese possa aver paura di un'antica pergamena? Evidentemente sì, se ha scelto di far scattare la censura. Del resto a Pechino e dintorni il dissenso non è ammesso e chi cerca di rivendicare i propri diritti è costretto a cambiare idea, con le buone o le cattive. Com'è accaduto a Xu Zhiyong, uno dei fondatori di "Costituzionalismo", associazione di avvocati che promuove la democrazia e lo Stato di diritto. L'uomo è in carcere, dove sta scontando una pena per aver "disturbato l’ordine pubblico".

Con un grandissimo gioco di parole il Foreign Office non conferma l'avvenuta censura della pergamena, dice solo che la mostra è saltata a causa di "formalità amministrative e logistiche". Insomma, problemi burocratici. Del resto, perché guastare i rapporti tra Regno Unito e Cina, proprio alla vigilia della visita a Londra di Xi Jinping? Secondo il Financial Times questa visita di Stato darà inizio a un’era d’oro nelle relazioni diplomatiche (ma soprattutto commerciali) tra i due Paesi. E quando in ballo ci sono contratti da miliardi di sterline anche uno pilastri dei valori occidentali può tranquillamente essere nascosto. Così, almeno, la pensano a Londra. Ma non solo lì.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 15/10/2015 - 11:02

Un bel pezzo di carta buono per accendere la stufa! Purtroppo il passato non ha insegnato sulla, e quanto stiamo vivendo è soltanto la dimostrazione che non esiste giustizia quando lo Stato non rispetta le regole che si è dato. Altro che Magna Carta... questa è "Carta che Magna"!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 15/10/2015 - 12:49

concordo pure io che sia un pezzo di carta da bruciare! anche se una nazione ha la costituzione piú bella del mondo, alla fine i politici fanno quello che vogliono (vedi Italia). anzi: con la scusa che uno stato ha la costituzione e il popolo puó eleggere i propri rappresentanti, leggitima questi ultimi a fare quello che vogliono. La Cina avrá forse paura ma fa bene! sono piú di un miliardo e mezzo, e il processo di democrazia deve avvenire gradualmente. in ultimo, visto che vivo in Cina, vi posso assicurare che in Cina c'é piú liberta di quanto qualcuno possa pensare.

agosvac

Gio, 15/10/2015 - 12:59

Su questa magna carta ci sarebbe molto da dire. Fu fatta firmare a Re Giovanni detto "senza terra" perché, evidentemente, non aveva grossi patrimoni personali dai nobili Inglesi che invece di patrimoni ne avevano in abbondanza. In pratica con questa Carta si sanciva che i nobili erano, nella gestione dei loro beni, indipendenti dalla Corona Inglese. In un certo senso fu l'inizio del capitalismo: chi ha più soldi comanda!!!!!

Gianni11

Gio, 15/10/2015 - 14:33

Sarebbe meglio se gl'Inglesi pensassero a riprendersi l'Inghilterra dagl'invasori che ha cercare di disturbare i cinesi.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 15/10/2015 - 15:16

il governo e il sovrano non sono al di sopra della legge..manco il popolo...i giudici si, eh eh che Senzaterra fosse in realta' un "giudice"?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 15/10/2015 - 17:07

hahaha gli inglesi che fanno la morale al mondo? hahaha loro, gli inventori dei campi di concentramento... loro che hanno sterminato milioni di Indiani... loro, quelli delle guerre dell'oppio.