La furia del mortaio Tyulpan su Mariupol: così i russi l'hanno devastata

I russi si stanno servendo del miglior mortaio semovente in circolazione: ecco le sue caratteristiche

La furia del mortaio Tyulpan su Mariupol: così i russi l'hanno devastata

Nell'assalto a Mariupol dove è stata devastata la città e l'acciaieria Azovstal, tra le varie armi e carri armati a disposizione, i russi si sono serviti di uno dei mezzi più potenti per farsi strada e aprire "brecce": il cosiddetto mortaio pesante semovente 2S4 "Tyulipan" da 240 mm, il più grande in uso oggi anche se, in realtà, questo tank è entrato in servizio intorno agli anni '70. Vintage ma moderno e soprattutto distruttivo al massimo.

Cos'è lo Smelchak

Sui social, Twitter in particolare, si trovano immagini di questo semovente in giro tra la devastazione della città ucraina. Un drone russo, l'Ucav, avrebbe ripreso dall'alto uno degli attacchi contro oggetti sullo stabilimento Azovstal. L'accuratezza dei colpi e dei bersagli da colpire si possono ottenere soltanto se si conoscno i punti deboli dei rifugi dell'acciaieria o per distruggere gli ingressi e le uscite dei vari rifugi. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'Unione Sovietica sviluppò due tipi di mortai da fanteria pesante nei calibri 160 e 240 mm, entrambi i modelli convenzionali anche se caricati a retrocarica. Per le dimensioni relativamente grandi e per l'elevato pes dei loro proiettili (dell'M-240 in particolare), difficilmente potevano funzionare al meglio come armi di fanteria, perdendo di fatto le caratteristiche principali per cui erano stati costruiti. Anche chiamato "Smelchak", la sua gittata può arrivare fino a 20 km ed è in grado di sparare munizioni anche con testate nucleari.

Dove è stato impiegato

Come riporta il Corriere della Sera, Il Tyulpan verrebbe usato anche in Donbass contro le postazioni e le trincee di difesa degli uomini di Zelensky. Prima della caduta della cortina di ferro, questo carro armato faceva parte delle forze di artiglieria dell'ex Cecoslovacchia e dell'Iraq. 2S4 Tyulpan ha preso parte alla guerra sovietico-afghana, alla guerra Iran-Iraq, alla prima e alla seconda guerra cecena per poi essere utilizzato anche in Siria e adesso, come detto, in Donbass. Tra le altre caratteristiche tecniche, 2S4 Tyulpan pesa 30 tonnellate ed è lungo 8,5 metri, alto 3 metri e largo 3 metri. Al suo interno l'equipaggio è composto da cinque membri.

"Negoziati complessi"

Intanto, però, i negoziati in corso per la liberazione dei militari feriti dall'acciaieria Azovstal a Mariupol sono "molto complessi": lo ha dichiarato lo stesso presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, durante il consueto discorso a tarda notte. "Negoziati molto complessi sono in corso sulla prossima fase dell'evacuazione, quella dei feriti e i medici", ha affermato il presidente ucraino alla Bbc. "Stiamo facendo il possibile per evacuare anche tutti gli altri, ciascuno dei nostri difensori", ha aggiunto. Kiev possiede "intermediari influenti", ha poi concluso senza fornire altri dettagli.

Commenti