Cuba, Trump valuta dietrofront: nuovo schiaffo alla dottrina Obama

L'annuncio già a giugno durante un evento a Miami. Trump vorrebbe ripristinare limitazioni sui viaggi e il commercio

Cuba, Trump valuta dietrofront: nuovo schiaffo alla dottrina Obama

Dopo lo strappo sugli accordi sul clima, Donald Trump valuta un dietrofront nelle relazioni con Cuba. Se così fosse, si tratterebbe dell'ennesimo schiaffo a Barack Obama. Passo dopo passo, infatti, il tycoon starebbe facendo a pezzi la dottrina del predecessore.

L'idea di Trump è frenare il processo di normalizzazione delle relazioni avviato da Obama nel dicembre del 2014. Secondo il New York Times, il neo presidente degli Stati Uniti intende giustificare le nuove misure con il mancato rispetto dei diritti umani. L'annuncio, sempre stando alle indiscrezioni pubblicate oggi dal quotidiano della Grande Mela, potrebbe arrivare già a giugno durante un evento a Miami.

La storica svolta di Obama nei confronti di Cuba è fondata su ordini esecutivi. Non c'è stato alcun passaggio parlamentare dal momento che il Congresso, a maggioranza repubblicana, era contrario ad ogni apertura nei confronti della dittatura di Raul Castro. Per sua natura l'ordine esecutivo del presidente può essere revocato dal successore. Secondo il New York Times, Trump vorrebbe ripristinare limitazioni sui viaggi e il commercio, come promesso in campagna elettorale, ma non ha ancora preso una decisione finale.