Dalle Canarie ai Caraibi chiuso in un barile: il 71enne sfida l'Oceano

Navigherà per tre mesi, chiuso in un barile, solo con l'aiuto delle correnti: alla fine del viaggio dovrebbe raggiungere i Caraibi

Dalle Canarie ai Caraibi chiuso in un barile: il 71enne sfida l'Oceano

Sta provando ad attraversare l'Oceano Atlantico dentro un barile, spinto solamente dalle correnti, senza usare né remi né vele. È salpato mercoledì, Jean-Jacques Savin, 71enne di Arès, in Francia, ex paracadutista e amante delle imprese estreme. È partito dall'isolotto spagnolo di El Hierro, nelle Canarie e dovrebbe raggiungere i Caraibi, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.

Il viaggio durerà tre mesi: per tutto questo tempo Savin dovrà vivere all'interno del bidone, lungo 3 metri e largo 2 metri e 10 centimentri. All'interno solamente una cuccetta, l'angolo cottura e una scrivania. Tramite un oblò, situato sul pavimento, potrà osservare il mare. Durante la navigazione, Savin compirà anche alcuni esperimenti: getterà in acqua dei galleggianti che studieranno le correnti ed eseguirà dei test su se stesso, sulla solitudine. Ma non solo. A bordo non manca il vino: il 71enne, infatti, avrà anche il compito di studiare se e come la sua qualità sia influenzata dalla lunga traversata.

A bordo del barile, Savin ha portato cibo liofilizzato, che costituirà i suoi pasti. Nei primi giorni di navigazione le condizioni meteo sono state favorevoli e hanno consentito al "marinaio" di navigare a una velocità media di 2-3 chilometri all'ora. Per preaprare il viaggio, il 71enne ha impiegato diversi mesi e si è avvalso dell'aiuto dei cantieri navali di Ares.

Commenti