Germania, strage ad Hanau: il killer trovato morto in casa

Sangue per le strade di Hanau, in Assia. Colpiti due locali in cui si fuma il narghilè. Polizia irrompe nella casa del killer

Germania, strage ad Hanau: il killer trovato morto in casa

L'attacco è stato sferrato intorno alle 22. I colpi di arma da fuoco si sono abbattuti su due diversi "shisha bar", locali in cui si fuma il narghilè e che solitamente sono frequentati da giovani immigrati turchi. Il bilancio è drammatico: otto morti e cinque feriti gravi. Teatro della duplice sparatoria è Hanau, cittadina di circa 100mila abitanti nel land tedesco dell'Assia, a una ventina di chilometri da Francoforte sul Meno.

La duplice sparatoria

Notte di sangue in Germania dove i due attacchi a mano armata hanno seminato il panico per le strade di Hanau. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, riportata dai media locali, alcuni uomini avrebbero aperto il fuoco in un primo "shisha bar" a Kurt Schumacher Platz, piazza centrale nel distretto di Kesselstadt. Da qui si sarebbero, poi, spostati in un altro locale turco nel distretto di Lamboy e i colpi sarebbero stati esplosi dall'automobile scura in corsa. Le prime notizie parlavano di un bilancio di otto morti: tre persone uccise nella prima sparatoria e altre cinque nella seconda. Il bilancio si è però ulteriormente aggravato con il passare delle ore e le vittime sono almeno nove. A questi si aggiungono i feriti in condizioni critiche.

La caccia all'uomo

Non appena è scattato l'allarme la polizia è intervenuta in forze davanti ai due locali in cui si sono consumate le sparatorie. Solo nel primo attacco, secondo quanto riferito agli agenti da un testimone oculare, sarebbero stati esplosi almeno una decina di colpi. Diversi elicotteri si sono subito alzati in volo per rintracciare gli autori degli attacchi che, dopo le due sparatorie, si sono dati alla fuga a bordo della propria automobile. Nel tentativo di fermarli le forze dell'ordine hanno anche bloccato tutte le vie di accesso alla città e si sono messe a setacciare i quartieri in cui si sono consumate le due sparatorie.

Il killer trovato morto

La polizia tedesca ha fatto sapere attraverso i propri social network che il cecchino sarebbe stato rinvenuto morto "nel suo appartamento a Hanau" anche se le forze dell'ordine hanno subito evitato di far trapelare la sua identità. La Bild parla di possibile stragista tedesco: le forze speciali, entrate nell'abitazione dell'omicida, confermano di aver trovato un altro cadavere. Il padre è stato prelevato dagli agenti per essere interrogato. Si segue la pista dell'estrema destra. Secondo le prime informazione sempre della Bild, l'uomo - tale Tobias R. - avrebbe lasciato una lettera in cui confessa la strage e afferma i motivi dietro il folle gesto.