La profezia di Luttwak sul "futuro" della Cina

Il politologo statunitense critica l'Italia: "Assurdo lo spettacolo di persone in Europa che abbracciano la Cina, quando i cinesi la rifiutano". E sottolinea: "Il regime cinese cadrà"

Analisti e commentatori si stanno chiedendo in queste settimane quali ripercussioni avrà il coronavirus sul piano geopolitico e sull'ordine mondiale. Quale potenza ne uscirà più forte? Gli Stati Uniti o la Cina? Secondo il docente di Harvard Stephen M. Walt, oltre a un "arretramento della globalizzazione", il Covid-19 "determinerà lo spostamento del potere da ovest verso est", anche se ciò che non cambierà sarà la natura "natura fondamentalmente conflittuale della politica mondiale". Secondo Foreign Affairs, la Cina sta approffittando degli errori commessi nelle prime settimane dagli Stati Uniti e si presenta come "leader globale nella risposta alla pandemia". Di parere opposto il politologo statunitense, Edward Luttwak, secondo il quale il Covid-19 rappresenta è la "Chernobyl di Pechino" e a uscirne più forti saranno gli Stati Uniti.

Luttwak: "Questa è la Chernobyl del regime cinese"

Come spiega in un'intervista a La Verità, "il regime cinese si è messo molto a rischio. Ha causato l' esplosione della pandemia, non solo mettendo a tacere il medico (Li Wenliang) ma anche insistendo nel procedere con la merenda di 40.000 persone il 19 gennaio a Wuhan: decisioni che sono state prese dal Partito comunista cinese. Il risultato è che - se anche in Italia e nel mondo se ne sono tutti dimenticati - nel mondo cinese (non solo Taiwan, Singapore e Hong Kong, ma anche dentro la Cina) c' è stata - nonostante la censura - una specie di reazione massiccia di disgusto contro il regime" afferma Luttwak. Inoltre, prosegue nell'intervista, poiché il presidente Xi Jinping "ha voluto personalizzare questo regime (invece di fare come il suo predecessore Hu Jintao, che era primus inter pares), è lui che viene condannato. Nonostante la censura automatizzata, si usano caratteri atipici e linguaggio esopico, per dire essenzialmente che Xi Jinping è una figura che deve andar via. Alcuni vogliono farla finita con lui, altri più o meno con il partito. Questa è la Chernobyl del regime cinese".

"La politica americana ha iniziato uno scontro che finirà con la caduta del regime"

Sugli aiuti di Pechino al nostro Paese, Edward Luttwak osserva come i cinesi "mandino i loro aiuti e trovino qualche sciuscià che è disposto a pulir loro le scarpe. Hong Kong, Singapore e Taiwan hanno invece deciso che vogliono avere rapporti magari con il Paraguay, ma non con la Cina se non molto, molto profittevoli. Di unificazione politica non se ne parla, ma anche i rapporti culturali sono malvisti. È assurdo quindi lo spettacolo di persone in Europa che abbracciano la Cina, quando i cinesi la rifiutano". La politica americana, afferma il politologo, "ha iniziato uno scontro politico che finirà con la caduta del regime cinese. Questa è la scelta dei democratici e di tutti, l'amministrazione Trump quindi gode di un consenso totale nella nuova lotta contro la dittatura cinese". Insomma, secondo Luttwak il futuro è a stelle e strisce: il coronavirus frenerà la crescita di Pechino, alimenterà il malcontento interno fino a portare a un probabile cambio di regime. Sarà davvero così?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

gpetricich

Lun, 30/03/2020 - 12:44

Non bisogna essere degli scienziati. Basta non importare e non esportare più niente dalla e verso la Cina ed il paese imploderà nel giro di sei mesi.

necken

Lun, 30/03/2020 - 12:59

Luttwak ha l'occhio di lince o di falco vede lontano, non è mica un sciuscà nostrano memore della ns Storia più o meno remota

Macrone

Lun, 30/03/2020 - 13:01

Mi piace Luttwak ma non la penso come lui, anzi, se il regime cinese dovesse essere destabilizzato i problemi per il mondo sarebbero enormi. Pensate solo alle orde di cinesi affamati che si riverserebbero in Europa andandosi ad aggiungere a quelli che premono alle nostre frontiere. Xi, con tutti i suoi limiti almeno tiene insieme la Nazione. Siamo noi occidentali che dobbiamo rivedere il modello di sviluppo e riprendere a farci le cose in Italia senza delegare ad altri la nostra sicurezza in modo da riprenderci anche i posti di lavoro che in questi anni abbiamo perso.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 30/03/2020 - 13:06

Ti piacerebbe eh? Ormai neanche in Siria riuscite a mettere un vostro fantoccio

ondalunga

Lun, 30/03/2020 - 13:33

Illuso...si mangeranno tutto ma tutto il mondo ! poi...una gran parte del debito USA è nelle mani dei cinesi, vedrete cosa succederà un giorno.

EchiroloR.

Lun, 30/03/2020 - 13:53

Questa è l'analisi più emotiva che ho letto da molto tempo ..

caren

Lun, 30/03/2020 - 13:57

Io non ce l'ho coi cinesi, ma spero che la Cina sia ridimensionata, per il nostro bene.

alberto_his

Lun, 30/03/2020 - 13:59

Segnamoci anche questa profezia. Ad ora, sempre in difficoltà ci siano più gli USA (con la pandemia distribuita nella maggior parte del paese) che la Cina (con la pandemia arginata)

dagoleo

Lun, 30/03/2020 - 14:30

in effetti la Cina ha fatto una figura mondiale pessima. prima negando con menzogne evidenti l'epidemia che era scoppiata e consentendo che si difondesse per il pianeta; ora nascondendo, ma senza riuscirci, i dati reali sui morti e gl'infettati (non 4000 ma 60-70 mila). un regime che si regge sulla menzogna e sulla censura come quello cinese non può sperare di trovare appoggi e partner commerciali tra i paesi più evoluti, perchè non puoi mai fare affidamento su quel che dicono o fanno. hanno costruito un ospedale in 15 giorni, ma prefabbricato con stanze container. la Cina è un gigante dai piedi di ricotta e Luttwak lo sa benissimo. alla minima rivolta interna il comunismo cinese crolla come quello russo, un castello di carta.

sullarivadelfiume

Lun, 30/03/2020 - 14:33

gpetricich, economia politica e storia dei mercati apprese sulle dispense gratis di Topolino

EchiroloR.

Lun, 30/03/2020 - 14:50

Edward Luttwak dimentica che gli Stati Uniti hanno definitivamente perso il controllo del Mar Cinese, dove Filippino, un ex alleato, è ora diventato subordinato o alleato con la Cina, ed Edward Luttwak dimentica anche che gli Stati Uniti hanno poco o niente in Medio Oriente, dove è la Russia. chi domina ..

Ritratto di Opera13

Opera13

Lun, 30/03/2020 - 14:55

Senza l'aiuto del potente Capitalismo e Finanza USA, la Cina sarebbe ancora in biciclette vestiti tutti da Mao Zedong. Cio che si costruisce puo essere distrutto.

Ritratto di draff61

draff61

Lun, 30/03/2020 - 15:10

In nome del Nazionalismo, noi Italiani, possiamo aiutare questa AUGURABILLISSIMA implosione del regime cinese. Basterebbe che noi tutti facessimo una piccola cosa: controllare la provenienza di tutto quello che acquistiamo. Scartando il Made in PRC raggiungeremmo due scopi: quello di scartare un prodotto proveniente da uno stato che ci ha danneggiato e quello di risparmiare, perché i prodotti che costano poco, anche durano poco, quindi bisogna ricomprarli e quando si fa se ne compera uno di qualità al cui prezzo và aggiunto quello del primo che è andato a finire nella pattumiera.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 30/03/2020 - 15:30

il colonialismo USA terminerà, caro giornalista hai sbagliato nazione.

killkoms

Lun, 30/03/2020 - 15:35

i cinesi sono troppo sottomessi!

timoty martin

Lun, 30/03/2020 - 15:41

Con l'arrivo di questo virus stiamo capendo che siamo in grado di fare molto e meglio della Cina. Ricordiamocene quando ne saremo usciti e ridiamo fiducia ai nostri bravi artigiani e coraggiosi industriali.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Lun, 30/03/2020 - 16:01

La Cina non è una nazione, è un esercito agguerrito di 1,6 miliardi di soldati. Vuole solo una cosa: erodere con pazienza l'influenza degli USA nel mondo per prenderne il posto. La Russia non la considera nemmeno, visto che la sua influenza si ferma poco oltre i propri confini. La Cina oggi sembra amichevole, domani sarà un nemico mortale.

IronHandIronHead

Lun, 30/03/2020 - 16:15

La Cina è un Paese Comunista, con schiavi che lavorano per i Capi e per qualche traditore Occidentale, che producendo nel mega lager fa enormi guadagni. Il Covid 19 è figlio di un sistema Socio Sanitario da Lager o da Gulag. Purtroppo il Conte del Grillo è anima e corpo Cinese.

gedeone@libero.it

Lun, 30/03/2020 - 16:58

Sempre con gli USA che ci ha salvato più volte. Pur con tutti i suoi difetti, dico: Dio salvi l'America!

alox

Lun, 30/03/2020 - 16:59

Non c'e' bisogno del virus ed di questo studioso per capire che il Comunismo e' un tumore maligno delle societa'...il problema per i Cinesi e' Xi Jinping il dittatore e leader Maximo del PCC che difendera' l'ideali a spada tratta...

Assix

Lun, 30/03/2020 - 16:59

Dragon_Lord: se il colonialismo USA terminerà come lei auspica, quello cinese sarà molto, molto peggiore. Gli USA hanno pur sempre radici europee, la Cina ci è totalmente estranea

alox

Lun, 30/03/2020 - 17:03

...Gli USA, andavano alla grande prima del virus, come sempre ritorneranno come prima, il Loro sistema e' invidiabile, collaudato tanto che devono tirare su i muri per fermare la gente...La Cina ha ancora il PCC.

ted

Lun, 30/03/2020 - 17:11

I cinesi? Devono ritornare ad agitare i loro bei libricini rossi come una volta , vestiti tutti uguali e fare le sfilate in piazza Tienamnen. E soprattutto NON ROMPERE PIU' GLI ZEBEDEI!! Evoco una Santa Alleanza tra America , Russia , Europa e Giappone ! Alzare del 3000% le imposte di importazione sui prodotti cinesi fino a ridurli a ritornare dei meri coltivatori di riso quali erano rispedendoli inoltre TUTTI a casa loro!!! Serenamente e pacatamente!!! Amen!

gpetricich

Lun, 30/03/2020 - 17:21

ondalunga Forse non ti è ancora chiaro che, alla fine di questa storia, il mondo intero presenterà la nota spese. E sai quale sarà il primo passo? Il sequestro di tutti gli investimenti cinesi all'estero.

gpetricich

Lun, 30/03/2020 - 17:24

sullarivadelfiume Se lei avesse studiato un decimo di quello che ho studiato io ed avesse accumulato un decimo dell'esperienza che ho io, non avrebbe scelto come nick quell'astruseria con cui si firma.

Assix

Lun, 30/03/2020 - 17:39

Sullarivadelfiume 14:33: sono proprio gli "esperti" (si fa per dire) in economia politica e storia dei mercati che ci stanno portando alla rovina. Noi esportiamo in Cina per 13 miliardi ed importiamo per 31, per gli USA è 117 miliardi vs 476. Non servono le "dispense di Topolino" come dice lei ma il comune buon senso per capire che un riequilibrio delle bilance commerciali è tutto a scapito della Cina

James Cook

Lun, 30/03/2020 - 17:41

@Ted, da che clinica psichiatrica scrivi?

lorenzovan

Lun, 30/03/2020 - 17:53

gpetricich...."Se lei avesse studiato un decimo di quello che ho studiato io "....BOOOMMMMMMMM

odisseus

Lun, 30/03/2020 - 18:06

His, ma quale pandemia arginata...I dati cinesi sono falsi come una banconota da tre euro. I crematori lavorano giorno e notte, i loro morti sono dieci volte di piu' e in un palazzo con un positivo mettono polizia armata sotto perche' non esca nessuno. Ospedali che rifiutano quelli con sintomi per non fare statistica, ordine del regime.

gpetricich

Lun, 30/03/2020 - 18:08

lorenzovan Visto l'atteggiamento, senz'altro vale anche per lei.

pinolino

Lun, 30/03/2020 - 18:22

Pontificare di impatto a medio e lungo termine sulla Cina mentre si sta ancora assaggiando l'impatto immediato sull'occidente mi pare un esercizio mentale piuttosto ardito.

FedericoMarini

Lun, 30/03/2020 - 18:24

LA LEADERSHIP DEL MONDO NON SARA’ AMERICANA, MA CINESE , IL CORONAVIRUS NON HA FATTO CHE RENDERE PIU’ LEGGIBILE IL RIFLESSO INSULARE DEGLI STATI UNITI,ACCENTUATO DALL’AMMINISTRAZIONE TRUMP..

gpetricich

Lun, 30/03/2020 - 18:43

Alla fine della pandemia, la Cina attuale smetterà di esistere.

Jon

Lun, 30/03/2020 - 18:45

SE cadesse la Cina, gli USA fallirebbero istantaneamente. L'Impero del male in america, fondato sulla speculazione, si e' salvato in corner, ma il suo destino e' segnato. E' bastato un Virus perche' Trump chieda soccorso a quelli che ritiene i NEMICI Peggiori, che disprezza e sanziona. We the People..!! BUFFONI!!

ziobeppe1951

Lun, 30/03/2020 - 19:35

FedericoMarini...certo, con Obama il riflesso insulare , non sarebbe esistito...saremmo andati a vendere topi e pipistrelli agli inuit

ted

Mar, 31/03/2020 - 11:07

Ma quanti amici dei cinesi in giro!O forse è solo uno con diversi nickname. Sig. Cook fare battutine non cancella il fatto che la Cina sarà un problemone per l'umanità , almeno con questo regime . Anzi lo è già!