"Erdogan aiuta l'Isis": le prove in un video

Il quotidiano di opposizione pubblica un filmato che mostra come le autorità starebbero portando armi ai jihadisti in Siria

"Erdogan aiuta l'Isis": le prove in un video

Un video pubblicato dal quotidiano di opposizione Cumhuriyeti sembra inchiodare il governo turco dimostrando che Ankara aiuta segretamente gli jihadisti portando armi in Siria, cosa che Erdogan ha sempre negato.

Nel filmato (GUARDA), in particolare, si vedono alcuni ispettori intenti a esaminare un container in metallo montato su un autotreno davanti a un procuratore e numerosi agenti della sicurezza, assistiti da cani addestrati a fiutare le sostanze esplosive. Gli ispettori aprono alcuni scatoloni di cartone e, sotto alcuni flaconi di antibiotici, spuntano quelli che sembrano proiettili da mortaio colmi di flaconi di antibiotici. Stando al giornalea, in tutto a bordo dei vari camion facenti parte della convoglio ce ne sarebbero stati un migliaio, insieme a centinaia di lanciagranate e a munizioni per armi di vario calibro, pesanti e leggere, di fabbricazione russa.

A novembre 2013 e gennaio 2014 quattro magistrati ordinarono perquisizioni del genere. In un caso si trattava di un unico autocarro, il solo a essere posto sotto sequestro. Nell’altro erano tre, ufficialmente carichi di aiuti umanitari ma soprattutto (parola di Erdogan) di proprietà del Mit, i servizi d’intelligence, i cui agenti di scorta opposero fisicamente resistenza ai controlli, e arrivarono a minacciare i poliziotti che ne erano incaricati. Quegli stessi magistrati sono stati arrestati all’inizio di maggio e restano tuttora in carcere, in attesa di giudizio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti