Francia, balli a ritmo di Macarena e zero regole anti Covid: delirio in commissariato

La festa illegale andata in scena in quel commissariato alla periferia parigina costerà molto probabilmente pesanti sanzioni ai soggetti coinvolti

Francia, balli a ritmo di Macarena e zero regole anti Covid: delirio in commissariato

Non si placano le polemiche in Francia a causa della festa notturna andata in scena in un commissariato di polizia mentre era in vigore il coprifuoco anti-Covid, che scatta puntualmente alle sei di sera e dura fino alle sei di mattina. Numerosi agenti sono stati infatti immortalali mentre, invece di pattugliare le strade, si divertivano in ufficio creando assembramenti e ballando danze sfrenate privi di mascherine. Il video dei festeggiamenti incriminati, dopo la sua pubblicazione su Internet, ha subito indignato rappresentanti delle istituzioni transalpine e semplici cittadini, in un Paese in cui si stanno adottando restrizioni sempre più pesanti ai danni della vita sociale e dell’economia al solo scopo di contenere la diffusione del patogeno. Il morbo ha finora ucciso Oltralpe oltre 74mila persone, rendendo così la Francia la settima nazione al mondo per vittime del coronavirus.

La festa messa su in commissariato da quei poliziotti ha di conseguenza costituito una palese violazione delle disposizioni vigenti attualmente nell’Esagono, che proibiscono appunto negli uffici di polizia qualsiasi evento suscettibile di creare assembramenti, impongono agli agenti di mantenere negli uffici la distanza interpersonale di sicurezza e di indossare sempre le mascherine.

Come documentato dal sito web d’inchiesta Loopsider, i festeggiamenti si sono svolti nella tarda notte di venerdì scorso, in barba al coprifuoco serale, presso il commissariato di Aubervilliers, nel dipartimento di Senna-Saint-Denis. Nel video sono stati immortalati circa trenta agenti che, senza rispettare l’obbligo di indossare le mascherine e di mantenere le distanze di sicurezza, bevono, cantano e “ballano la Macarena” negli uffici del presidio di polizia.

I festeggiamenti sarebbero stati organizzati per salutare il pensionamento di un agente del commissariato. Subito dopo la diffusione su internet del video, un portavoce della polizia ha assicurato alla stampa che “arriveranno sanzioni” a carico di quei funzionari di pubblica sicurezza festaioli. Anche la prefettura locale ha annunciato pesanti provvedimenti nei riguardi degli agenti immortalati mentre prendevano parte a quella festa, mentre dovrebbe inoltre aprirsi a breve un'indagine penale promossa dalla procura di Bobigny. Profonda indignazione per tale scandalo è stata esternata da Karine Franclet, sindaco di Aubervilliers, che ha tuonato: “Da un punto di vista sanitario, tutto ciò è irresponsabile. Mentre la nostra comunità lotta per avere un presidio vaccinale, per assicurare un pasto caldo ai bambini, per fare rispettare tute le precauzioni anti-contagio così da permettere la prosecuzione del maggior numero possibile di attività, ecco che avvengono vergogne del genere. Come è possibile?”.

Autore

Commenti

Caricamento...