Mondo

Un verme di 18 metri in pancia. ​La scoperta choc su un anziano

Il verme solitario colossale espulso dal paziente thailandese sarebbe il più grande mai trovato nello stomaco di una persona negli ultimi 50 anni

Un verme di 18 metri in pancia. ​La scoperta choc su un anziano

In Thailandia è avvenuta ultimamente una sbalorditiva e inquietante scoperta in campo sanitario: il più grande "verme solitario" mai trovato nello stomaco di una persona negli ultimi 50 anni. Il soggetto da cui è spuntato fuori l'enorme parassita è un signore di 67 anni residente nella provincia di Nong Khai, nel nord della nazione asiatica. La sua disavventura è cominciata all'inizio di questo mese, essendosi recato allora in ospedale accusando una "forte flatulenza".

I medici della struttura, dopo avere esaminato il paziente, lo avrebbero mandato a casa, ricostruisce la stampa, prescrivendogli delle medicine da assumere per curare i disturbi intestinali. Il 67enne avrebbe seguito tale terapia fino a sabato scorso, quando, con enorme raccapriccio, ha espulso dal proprio corpo un "gigantesco verme". Nel dettaglio, l'uomo aveva espulso una "tenia di 18 metri".

Immagini di quel verme solitario da record sono state girate, a casa del 67enne, da alcuni funzionari del locale centro per le malattie parassitarie. Nei video in questione, che stanno spopolando sul web, si notano due medici mentre, sconvolti, versano dell’acqua sopra il parassita e utilizzato poi un paio di pinze per srotolare la tenia e adagiarla su un tappetino di plastica rosso. A detta degli esperti, il parassita incriminato sarebbe il più grande mai visto in Thailandia negli ultimi 50 anni. Tra le prime ipotesi su come il 67enne si sia fatto infettare dalla tenia, vi sarebbe quella per cui il paziente avrebbe in precedenza ingerito del manzo crudo che conteneva larve infette. Nonostante non ci sia ancora una spiegazione della vicenda, all'uomo è stato nel frattempo consigliato di cambiare abitudini alimentari, allo scopo di evitare nuove spiacevoli sorprese. I medici hanno poi suggerito al resto della famiglia del paziente di sottoporsi a test clinici per scoprire se anche loro avessero dei parassiti in corpo, esortando contestualmente gli stessi familiari a smettere di consumare manzo crudo. Secondo i medici, i vermi solitari sarebbero in grado di sopravvivere in uno stomaco umano anche "fino a 30 anni".

Commenti