Hollywood in fiamme ma Clint Eastwood non si muove: "Devo finire di lavorare"

L'episodio è stato raccontato dal figlio Scott Eastwood: "Mio padre non ha lasciato gli Studios della Warner Bros. Doveva finire di lavorare"

Clint Eastwood ha dimostrato di non aver paura del fuoco. Gli Studios della Warner Bros sono stati evacuati a causa di un incendio scoppiato nell’area delle colline di Hollywood. Al suono del sistema di allarme tutto il personale ha lasciato l’edificio tranne Clint Eastwood. Il noto produttore cinematografico, a lavoro sul suo ultimo film e concentrato sull’attività, non si è mosso di un centimetro. Con un atto volutamente eroico, Eastwood ha continuato le riprese e si è rifiutato categoricamente di abbandonare gli Studios.

L’episodio, avvenuto due giorni fa, è stato raccontato da Scott Eastwood, figlio dell’attore e regista, che su Instagram ha postato il video dell’incendio seguito da una didascalia per narrare l’impresa del padre. “È successo un paio d'ore fa. La sicurezza. ci ha detto di evacuare lo studio. Ma il mio papà 89enne ha detto 'no, stiamo bene. C'è del lavoro da fare'. Quindi siamo andati al missaggio e abbiamo guardato il nuovo film 'Richard Jewell'. Come dice lui, 'torna al lavoro e sta zitto'".

L'eroico Clint Eastwood

In poche parole, mentre polizia e pompieri si facevano in quattro per evacuare i presenti lo "Spietato" Clint Eastwood è rimasto al suo posto, continuando a lavorare come se niente fosse. Perfino un baldo giovane come Christopher Drake ha tiwttato un messaggio inequivocabile durante l’incendio: "Ho dovuto evacuare il mio studio alla Warner Bros per la prima volta in assoluto a causa del fumo del #Barhamfire proprio dietro il lotto dello studio. Al momento WB è in blocco totale".

Il rogo in questione ha dato un bel da fare agli oltre 230 vigili del fuoco impegnati sul campo. Le fiamme hanno arso trecento metri quadrati di terreno ma, grazie anche al supporto di cinque elicotteri e due aerei, i pompieri hanno domato l’incendio.

Per quanto riguarda il post di Scott Eastwood, invece, in queste ore c'è un po' di polmica. Perché se da una parte c'è chi si complimenta con il regista, dall'altra c’è chi sostiene che il figlio abbia voluto fare pubblicità al padre in vista del nuovo film, "Richard Jewell", in uscita nelle sale cinematografiche americane il prossimo 13 dicembre dopo sei mesi di riprese.