Impeachment, bufera su Trump: "Ha usato il suo potere"

Secondo le conclusioni del rapporto presentato dal comitato di intelligence della Camera, il presidente Trump ha fatto pressione su Kiev utilizzando " I poteri del suo ufficio per sollecitare interferenze straniere per suo conto nelle elezioni del 2020".

Impeachment, bufera su Trump: "Ha usato il suo potere"

Donald Trump avrebbe fatto pressioni sul governo di Kiev per interessi personali. Sarebbe questa la conclusione espressa nel rapporto della commissione d'Intelligence della Camera degli Stati Uniti che si è basata su due mesi di testimonianze, pubbliche e a porte chiuse, di diplomatici ed alti funzionari dell'amministrazione statunitense operanti su suolo americano e in missione all'estero.

"Lo schema del presidente Trump ha sovvertito la politica estera americana nei confronti dell'Ucraina e ha minato la nostra sicurezza nazionale a favore di due indagini politicamente motivate che avrebbero aiutato la sua campagna di rielezione presidenziale", si legge nel rapporto realizzato in merito all'indagine può portare all’ avvio della procedura di impeachment nei confronti dell'attuale capo della Casa Bianca. L’accusa nei confronti di Trump è quella di aver fatto pressioni sul neopresidente ucraino Volodymyr Zelenskyj per ottenere "informazioni" sul conto di Joe Biden e della sua famiglia da impiegare - si suppone - contro di lui nella prossima campagna per le presidenziali del 2020.

Il tycoon avrebbe "spinto" affinché "l'Ucraina aprisse un'indagine a carico dell'ex vice presidente Joe Biden e di altri esponenti democratici, trattenendo allo stesso tempo aiuti militari a Kiev per un valore di 400 milioni di dollari". L'approvazione del rapporto - che potrebbe arrivare nelle prossime ore - potrebbe portare ad un ulteriore step nel procedimento di Impeachment invocato dall'opposizione nei confronti del presidente - con conseguenze immaginabili nella corsa alle elezioni ormai alla porte. Tutto dipenderà dunque dalla battaglia che Democratici e Repubblicani combatteranno nella commissione Giustizia della Camera, ove si decreterà se proseguire nell'iter che poterà all'avvio del procedimento d'impeachment, che porrà sotto stato d'accusa presidente verrà messo in stato di accusa, e arriverà al Senato: dove nel caso di un voto favorevole, si svolgerebbe il processo vero e proprio.

Commenti