Iryna, cacciata dal bus perché non ha il biglietto: così è morta congelata

La ragazza, 21enne ucraina, stava andando in ospedale a trovare la madre

Voleva andare in ospedale a travare la mamma, affetta da polmonite. Per questo Iryna, 21enne ucraina, si era svegliata alle 4 di mattina, per riuscire a prendere il primo autobus in direzione dell'ospedale. Fuori, il termometro segnava 20 gradi sotto lo zero.

Nella fretta, Iryna si era dimenticata i soldi a casa e, per non perdere il pullman, era salita al volo e, solo una volta a bordo, si era resa conto di non poter pagare il biglietto. A quel punto, l'autista l'ha fatta scendere e la ragazza ha dovuto incamminnarsi a piedi, im mezzo al bosco, dove è stata trovata morta due giorni dopo.

È morta così Iryna, per congelamento, da sola e in mezzo al bosco, solo perché non aveva abbastanza soldi per pagare il biglietto dell'autobus. Secondo le prime ricostruzioni, raccontate dal Corriere della Sera, la 21enne, sarebbe caduta in una buca, mentre camminava in direzione dell'ospedale. È probabile che si sia fatta male e che, per questo, non sia più riuscita a muoversi, nè a chiamare aiuto. È stato il padre a trovarla, due giorni dopo la sua scomparsa, distesa in mezzo alla neve con gli occhi aperti. L'autopsia ha rivelato che Iryna è morta per ipotermia. Ora, nei confronti dell'autista, è stato aperto un procedimento penale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

t.francesco

Mar, 29/01/2019 - 09:11

E BRAVA FRANCESCA, E' UNA BELLISSIMA FIABA, PECCATO CHE NON SI CONOSCA IL LUOGO DOVE E' AVVENUTA.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 29/01/2019 - 10:12

E' successo in Ucraina. A questo punto, cara Francesca, tanto vale che ti limiti a postare il link di collegamento.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 29/01/2019 - 10:15

-20 sicuramente non in Italia inquesti giorni. Anche perchè se fosse stata in Italia l'autista si sarebbe preso due pugni sui denti. Là in vece avrà chiesto per cortesia di viaggiare ugualmente, ma è bastato una negazione per farla scendere. Ma una volta era così anche in Italia, eravamo più educati.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 29/01/2019 - 10:19

Bhè in itaglia,avrebbero buttato fuori il controllore e nessuno si sarebbe scandalizzato...

marcopg

Mar, 29/01/2019 - 10:33

Questa povera ragazza si chiamava Iryna Dvoretska.Questa notizia mi ha rattristato moltissmo.Ma siamo in Ucraina, un paese ormai fallito e allo sbando. e pensarare che da noi invece in Italia, chi non paga il biglietto,(90% sono immigrati) picchia anche gli autisti del bus. E quelli della sinistra di solito li DIFENDONO|!

Romalupacchiotto

Mar, 29/01/2019 - 11:45

L'autista doveva essere più clemente, lasciare andare una ragazza di prima mattina con clima proibitivo, mi sembra troppo duro il comportamento, poteva fargli un verbale ma non lasciarla al gelo. Si porterà sulla coscienza la morte di una giovane che poteva essere sua figlia.

NoSantoro

Mar, 29/01/2019 - 11:56

Giuro che ho pensato che fosse accaduto in italia anche se i 20 gradi sottozero avrebbero dovuto dirmi qualcosa. Questa pseudo giornalista deve essere cacciata.

batpas

Mar, 29/01/2019 - 12:28

Dispice moltissimo ma nei bus li' si paga il biglietto o è come in Italia dove pagano solo gli onesti ?

Alitar

Mar, 29/01/2019 - 13:10

La notizia probabilmente è un fake. E' vero che la ragazza di cui si parla nell'articolo è morta congelata, ma sembra che le cose siano andate in modo molto diverso da come raccontato: innanzitutto non c'è stata nessuna lite con l'autista, la ragazza, reduce da una notte in discoteca e forse ubriaca (il fatto è accaduto a Natale) aveva deciso improvvisamente, alle quattro del mattino e contro il parere della sorella chiamata al cellulare, di andare dalla madre ricoverata in ospedale. Ha preso l'autobus, ma quando si è resa conto di non avere i soldi è scesa alla prima fermata e ha pensato bene di tornare a casa a piedi, di notte, nel rigido inverno ucraino e malferma sulle gambe...il resto purtroppo è storia. L'autista pare proprio non c'entri nulla, si è trattato di una disgrazia dovuta al gelo e all'alcool.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 29/01/2019 - 13:34

Penso sia il caso di indagare Salvini....

dagoleo

Mar, 29/01/2019 - 14:58

non gli faranno nulla. il suo glielo darà il Padreterno a tempo debito.

MARCO 34

Mar, 29/01/2019 - 17:23

Il solito articolo strappalacrime. A una giornalista di questo genere dovrebbe essere interdetto l'uso della tastiera

Divoll

Mar, 29/01/2019 - 23:06

Questa e' l'Ucraina oggi.

marcopg

Mer, 30/01/2019 - 08:25

Alitar e t Francesco Dite che la notizia non è vera (chissa' poi perchè) Prove che portate a sostegno della vs squallida teoria : ZERO. Almeno un attimo di riflessione sulla morte ingiusta, di una ragazza di 21 anni, accaduta in un paese dilaniato da una guerra nell'est del paese e dimenticata volutamente dal main stream ufficiale. Lo stesso che vi dice quali sono le notizie di cui parlare e quelle da occultare.