Bce, la Lagarde detta la linea: "Cooperare contro populismi"

Per la direttrice uscente del Fondo Monetario Internazionale, la Bce deve mettere al centro gli interessi della gente. Durante il suo discorso, ha promosso la nomina di Roberto Gualtieri (Pd) al Tesoro

Lagarde come Mario Draghi. La direttrice uscente del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, nominata a luglio dal consiglio europeo alla guida della Banca Centrale Europea, e in attesa che il suo incarico venga formalizzato ad ottobre, ha parlato questa mattina davanti al Parlamento europeo, per la prima volta nella sua nuova veste. L'inflazione nell'area euro, ha sottolineato, "resta troppo bassa" in modo "persistente", pertanto "concordo" con la valutazione della Bce, secondo la quale serve una politica monetaria "altamente accomodante" per un "periodo prolungato di tempo" per portare l'inflazione all'obiettivo, cioè vicina ma inferiore al 2%. Ha poi promosso inoltre la nomina di Roberto Gualtieri, eurodeputato Pd e presidente della Commissione problemi economici dell’Europarlamento, al ministero dell'economia: per l'ex Fmi sarebbe "un bene per l’Italia e per l’Europa" se diventasse il successore di Giovanni Tria.

Lagarde ha sottolineato che impegno, agilità e inclusività saranno i valori principali del mandato alla presidenza della Bce, promettendo un "fermo impegno nel mandato, come sancito dal trattato, con la giusta dose di agilità per adattarsi alle sfide del mondo, e inclusività, che si esprime nella cooperazione". Secondo l'ex direttrice dell'Fmi, "bisogna sostenere l'ordine multilaterale perché il multilateralismo è minacciato". "Il secondo aspetto dell'inclusività - ha continuato Lagarde - riguarda la diversità che "significa attingere a tutti i talenti da tutti i contesti e significa ascoltare una vasta ampia di voci, e fare del dialogo una parte centrale della politica".

L'ex ministro francese ha spiegato che la Bce ha dovuto ribaltare i precedenti convincimenti ed essere innovativa nelle misure, pur nel rispetto dei regolamenti. Questa agilità, secondo la candidata a succedere a Mario Draghi, ha permesso alla Bce di continuare a dare risultati tangibili. Senza tale agilità, ha spiegato, la crisi avrebbe avuto esito peggiore, con l'economia che "avrebbe avuto 2 punti percentuali in meno se dal 2014 non si fossero attuate misure non convenzionali". Lagarde ha evidenziato inoltre che l'occupazione è aumentata di 11 milioni di unità dal punto più basso del 2013, mano a mano che si è consolidata la ripresa. "Se sarò confermata come presidente continuerò ad attenermi a questi principi: fermo impegno incarnato nel mandato con la giusta dose di agilità per adeguarsi alle circostanze nuove nel mondo", ha precisato.

Per la direttrice uscente del Fondo Monetario Internazionale, la Bce deve mettere al centro gli interessi della gente, ascoltando e parlando con i mercati, ma non farsi guidare da essi. Nel suo discorso al Parlamento europeo, ha ribadito la necessità di promuovere il dialogo e far sì che la gente senta proprio l'euro. La candidata alla guida della Banca Centrale Europa, ha poi spiegato che Nell'Eurozona le riforme strutturali sono in molti Paesi una missione incompiuta. Alcuni le hanno iniziate, altri hanno guardato alle riforme in modo riluttante, senza fare molto. "Chiaramente i Paesi che non hanno spazio di manovrra oggi, e sono meno della metà dei Paesi della zona euro, devono rivedere il loro mix di politica economica, con un focus favorevole alla crescita e usare le riforme strutturali ora". Questo perché, ha aggiunto, abbiamo un pò di crescita ora e queste sono le circostanze in cui le riforme strutturali possono essere più efficaci e produrre i risultati migliori. Per Lagarde, contemporaneamente, quei Paesi dell'area euro, e sono "la maggioranza", che hanno invece un deficit pubblico compreso tra lo zero e lo 0,5% del Pil "hanno uno spazio" di bilancio che può essere utilizzato per stimolare l'economia.

Laureata in giurisprudenza, avvocato, donna d'affari, ministro dell'economia in Francia, direttore generale del Fondo monetario internazionale e ora presidente della Banca centrale europea. Non si può dire che Christine Lagarde non abbia fatto carriera. La sua nomina ai vertici dell'Eurotower, ratificata al termine di una lunga trattativa tra i capi di Stato e di governo dell'Unione europea insieme a quella di Ursula von der Leyen alla Commissione, Charles Michel al Consiglio e Joseph Borrell come Alto rappresentante della politica estera dell'Ue, è senza dubbio la più importante. E al tempo stesso la più delicata, dato il ruolo che l'Eurotower ha nel mantenimento della stabilità dei prezzi in Europa e soprattutto nel sostegno dato agli Stati membri più in difficoltà nel rifinanziamento dei propri debiti, in primis l'Italia. Quello di Lagarde è un percorso netto, non privo tuttavia di qualche ombra.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

timoty martin

Mer, 04/09/2019 - 13:38

Lagarde dovrebbe manterene la neutralità!!

HappyFuture

Mer, 04/09/2019 - 13:51

"...scoltando e parlando con i mercati, ma non farsi guidare da essi." Andiamo a chiede i danni a Mario Monti e al PdR Napolitano, che per la paura dello spread, e di come reagiranno i mercati hanno distrutto l'Italia. (E i media Italiani ancora si preoccupano dello "spread" e allarmano!) VERGOGNATEVI TUTTI timorosi dei "mercati"... VERGOGNATEVI.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 04/09/2019 - 14:12

Discorso Patetico della Lagarde quest'oggi: "L'inflazione nell'area euro resta troppo bassa e persistente, pertanto concordo con la valutazione della Bce, secondo la quale serve una politica monetaria altamente accomodante per un periodo prolungato di tempo per portare l'inflazione all'obiettivo, cioè vicina ma inferiore al 2%". - MA VI RENDETE CONTO, CARI CITTADINI EUROPEI, CHE È LO STESSO ARGOMENTO PRONUNCIATO DA 10 ANNI DAL BOARD BCE PER GIUSTIFICARE POLITICA ACCOMODANTE E QE?!? CHE NON SONO SERVITI A NULLA -TANTO MENO ALZARE LIVELLO d'INFLAZIONE- SE NON FAGOCITARE I MERCATI FINANZIARI CHE HANNO PRESO A PRESTITO DENARO A COSTO ZERO PER OPERAZIONI DI BUYBACKS SOCIETARI A RIPETIZIONE?!? E CHE IL PROLUNGARSI DI TALE POLITICA MONETARIA PORTA A UNA SOLA VIA SENZA USCITA ?!? OVVERO DEFLAZIONE PERMANENTE E COLLASSO DELL'ECONOMIA REALE?!?

killkoms

Mer, 04/09/2019 - 14:35

salvo massacrare gli stati sovrani non hanno mai risolto nulla!

Giorgio Colomba

Mer, 04/09/2019 - 14:53

Dai tempi del "usami come vuoi" rivolto a Sarkozy, ha fatto carriera.

effecal

Mer, 04/09/2019 - 15:11

un altra che impartisce ordini ai nostri rossi traditori

ginobernard

Mer, 04/09/2019 - 15:20

siamo veramente alle comiche se la situazione non fosse seria da un lato tutta la UE applaude all'accordo dall'altro "Cooperare contro populismi" A me sembra che se c'è un partito 100% populista è proprio il M5S ... oppure se qualcuno di buona volontà mi spiega cosa vuol dire populista ringrazio

HappyFuture

Mer, 04/09/2019 - 15:58

@aorlansky60 Lei non c'ha capito niente. Appena Jerome Powell ha tentato di alzare i tassi d'interesse per "normalizzare" i mercati, che lei sembra "venerare" Wall Street a perso 600 punti, Trump si è incavolato e ha dato dell'incompetente a l'uomo che lui stesso aveva messo alla FED. Sono d'accordo con la Christine, che come capa del FMI non è per niente andata "contro" Trump! Il fatto angosciante è che la BCE fa una politica "per" la finanza, che significa impoverimento del ceto medio-basso. Politica che Trump ha abbandonato, togliendo il potere ai mercati, di influenzare le spese del governo. Cosa che Draghi non ha fatto, e che forse la Christine farà, dando un respiro all'economia reale dell'area Euro...

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 04/09/2019 - 16:12

Ma il populismo non è sbagliato. E' lo statalismo che è sbagliato.

nerinaneri

Mer, 04/09/2019 - 16:16

@aorlansky60: intanto, il qe 1 ha salvato qualche banca (e non è male) e grazie ai btp lunghi, un bel gruzzoletto l'ho fatto pure io...e pure col prox qe 2...

Giorgio Mandozzi

Mer, 04/09/2019 - 16:30

Se vanno avanti con queste dichiarazioni, per fermare il populismo di insofferenza a questi dicktat, dovranno cominciare a spararci. Se debbono decidere in quattro/cinque le sorti del mondo perché votiamo? Ovvero il voto vale solo quelle poche volte che vincono i politici schierati con i poteri forti (ovvero la sinistra)? Il direttore Mieli, non un sfegatato populista, scriveva oggi come la sinistra in 70 anni di democrazia è andata al potere una sola volta vincendo le elezioni! Sic!

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 04/09/2019 - 16:42

@ HappyFuture 15:58 - Ha ragione, ho letto più volte il suo intervento e non ci ho capito niente. Le fornisco un indizio: io non venero affatto i mercati.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 04/09/2019 - 16:47

@ nerina: tramite il QE, la BCE non stà acquistando solo titoli sovrani, ma bonds corporate di molte società altrimenti destinate al fallimento certo, senza questo sostegno. Con questo non stò affatto dicendo che sia una cosa positiva, ma NEGATIVA: la BCE -come la Fed- ha ormai drogato talmente il sistema che non potrà che continuare a farlo; se interrompono il flusso, tutto il sistema CROLLA, perchè molte società sono tecnicamente FALLITE. Benvenuti a tutti -se riuscite a capirne la gravità, cosa non scontata- nella deflazione da debito e nella realtà dei rendimenti a zero "forever".

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 04/09/2019 - 16:57

@ HappyFuture: gli USA sono il maggiore azionista di FMI, (che non a caso ha la propria sede a Washington DC) del tutto naturale che FMI non potrà mai andare contro gli interessi USA.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 04/09/2019 - 17:16

Populismo, sovranismo, non sono mica parolacce! Comunismo, 5tontismo sono parolacce!

agosvac

Mer, 04/09/2019 - 17:29

Ma che c'entra la BCE col populismo? La BCE si deve occupare di finanza, anche se sballata. Il populismo è questione politica!

nerinaneri

Mer, 04/09/2019 - 18:12

aorlansky60: in giappone lo fanno da decenni, ti sembra sia fallito?...

opinione-critica

Mer, 04/09/2019 - 18:36

Ma vai a farti fotografare da Play Boy, almeno si divertiranno i lettori

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 05/09/2019 - 08:46

@ nerina : leggendo ciò che ha scritto alle 18:12, si desume che lei non arriva a comprendere le conseguenze finali di tale politica monetaria; le dò un aiuto: in GIAP da molto tempo a forza di abbassare i tassi di interesse e pompare liquidità nel sistema (per ciò che hanno creato loro stesse da anni, le BC mondiali ormai non hanno altra scelta) i normali c/c hanno interessi negativi. Significa non solo dover pagare le normali commissioni di servizio e gestione, ma anche PAGARE in percentuale per quanto uno detiene in conto, solo per avere un normalissimo c/c anche con misera liquidità depositata. Se per lei questa è cosa normale, allora la potremmo proporre come prossimo candidata alla pres. Fed, ormai purtroppo la poltrona della BCE è già stata occupata dalla rachitica francese, e da lì per 9 anni non si schioda.

nerinaneri

Gio, 05/09/2019 - 09:58

aorlansky60: non ti viene in mente che il fine ultimo dei tassi negativi sia far circolare il denaro, investirlo?...no, eh?...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 05/09/2019 - 12:24

Ma Quali investimenti? quando i rendimenti di quest'ultimi -specie gli obbligazionari sovrani- sono stati ridotti A ZERO, come una delle conseguenze della politica monetaria "accomodante" delle BC a ritmo di QE ?!? Se lei non ci arriva le spiego a CHI veramente serve questa politica monetaria (anche per chi legge oltre a lei) : NON ALL'ECONOMIA REALE, alla quale non sono arrivate nemmeno le briciole dei vari QE, MA A FONDI DI INVESTIMENTO e SOC CORPORATE, che possono avere a prestito GROSSI VOLUMI a COSTO ZERO per dirottarli su speculazioni tipo "buybacks societari" (riacquisto proprio di azioni) per farne lievitare il prezzo azionario e distribuire dividendi agli azionisti. Grazie a questo, abbiamo soc. come Google Amazon Apple che capitalizzano ormai più di 1000 miliardi di $, praticamente come il PIL di interi Stati sovrani come l'Olanda o il Mexico , se questo vi sembra ragionevole... poi cosa parlo a fare, tanto non capite.

nerinaneri

Ven, 06/09/2019 - 11:16

aorlansky60: sì, come no...hai dimenticato soros e il bilderberg...